Birds of Prey sarà più di un film “femminista”

Il film sarà più di un film "femminista" e diverso da Wonder Woman e Captain Marvel.

0

Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn è un film tutto al femminile (in larga parte anche nel team di produzione) che racconta della storia di una donna (attraverso proprio questa donna) che si emancipa dal proprio “uomo”.

Durante un’intervista sul set, i produttori Sue Kroll e Bryan Unkeless hanno però discusso di come il film non sia solo “femminista” e di come si differenzi da altre pellicole con donne come protagoniste, come Wonder Woman o Captain Marvel.

“Il film è più autentico rispetto alle pellicole completamente orientati a lanciare un messaggio, non è completamente attraversato da queste importanti tematiche femministe, ha ideologie femminili distinte e sfumate. Ogni personaggio femminile ha diversi problemi con cui combattere.

Tutte queste donne si uniscono e vengono messe su un piedistallo, sotto osservazione; tutte hanno la loro moralità e stabiliscono rapporti in base a ciò, anche alle loro esigenze, non si tratta della formazione di una sorellanza” le parole di Unkeless.

In ogni caso, sebbene il film non ci presenti dunque un’ “ideale” femminile con confini ben delineati, la Kroll ribadisce come siano effettivamente presenti  tematiche di empowerment femminile, augurandosi che la parità di genere sia qualcosa che avanzi socialmente in maniera automatica.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui