Evangelion 3.0+1.0, Khara prende le distanze da Gainax dopo l’arresto di Tomohiro Maki

Pubblicato il 6 Dicembre 2019 alle 09:37

Nei giorni scorsi Tomohiro Maki, direttore rappresentativo di Gainax, è stato arrestato con l’accusa di molestie e atti osceni verso una aspirante doppiatrice.

I media giapponesi hanno citato Neon Genesis Evangelion in alcuni articoli, scatenando le ira dello studio Khara di Hideaki Anno che non ha per niente gradito l’associazione con il caso di cronaca e che è arrivato a minacciare azioni legali se tale collegamento dovesse essere ripetuto.

Attraverso i propri canali web ufficiali, quindi, lo studio ha preso le distanze da quanto accaduto, sottolineando, se ce ne fosse bisogno, come non ci sia alcun coinvolgimento del signor Maki in Evangelion e come la compagnia non abbia alcun legame con lui.

Ha aggiunto che Hideaki Anno, autore di Evangelion e fondatore dello studio, così come il membro del consiglio di Khara e regista Kazuya Tsurumaki non conoscono Maki, non hanno relazioni di lavoro con Gainax e Gainax non detiene alcun diritto sul franchise di Evangelion.

Gainax, tra l’altro, deve a Khara quasi 900 mila euro come stabilito da una sentenza del Giugno 2017.

Khara ha infine confermato che l’arresto di Maki non avrà ripercussioni sulla produzione e sulla uscita del film Evangelion: 3.0+1.0 (Shin Evangelion Gekijo-ban :||) previsto per il Giugno 2020.

Ricordiamo che Khara è anche al lavoro sulla produzione del film live action Shin Ultraman.

Articoli Correlati

Nell’attesa di leggere Immortal X-Men di Kieron Gillen, l’autore sta già mettendo i suoi Eternals contro gli Avengers,...

19/01/2022 •

13:00

La star di Supernatural (e prossimamente anche di The Boys) Jensen Ackles si sta preparando per un nuovo progetto ambientato...

19/01/2022 •

12:05

Poco dopo un enigmatico tweet da parte della DC Comics che aveva anticipato il ritorno del Corinzio, è stato annunciato un nuovo...

19/01/2022 •

11:40