Star Wars: L’Ascesa di Skywalker – Kylo Ren non cerca “redenzione”

Adam Driver ha parlato del personaggio.

0

Kylo Ren è considerato un “cattivo” nella trilogia sequel dei film di Star Wars da un certo punto di vista, ma il suo attore Adam Driver ha fatto notare che il suo personaggio non è alla ricerca di “redenzione” nel nuovo Star Wars.

Visto che Kylo è il nipote di Anakin Skywalker, alcuni spettatori pensano ad un destino simile a quello di Darth Vader, che ha sopraffatto l’Imperatore Palpatine per proteggere suo figlio Luke. Ma Driver non è d’accordo:

“Per cosa deve essere riscattato?” ha detto Driver a Entertainment Weekly quando gli è stato chiesto se il suo personaggio cambierà idea nel nuovo film. “[Kylo Ren] ha un’identità diversa, una diversa definizione di cosa sia la redenzione”.

Ha continuato, “È già stato redento nella sua storia. Non penso che ci sia un pensiero di redenzione. Non ha una lente esterna agli eventi, sai – capisci cosa intendo? Lui ha una visione del suo mondo”.

In Star Wars: Il risveglio della Forza, Kylo ha agito in gran parte per conto dei desideri del leader supremo Snoke, mentre gli eventi di Star Wars: Gli ultimi Jedi hanno visto il personaggio abbracciare i propri desideri, uccidendo Snoke e affermandosi come il nuovo leader supremo. Anche in quel film, Kylo ha tentato di arruolare Rey per aiutarlo a conquistare la galassia, con alcuni fan che vedono questa connessione come una relazione romantica, mentre altri pensano che potrebbero essere potenzialmente correlati.

“Non credo sia una cosa sola”, ha spiegato in dettaglio Driver su questa connessione, “Parte del divertimento nel giocarci è che i suoi confini continuano a cambiare. A volte è più intima, a volte meno intima. A volte è codipendente. E poi, ovviamente, è contraddittoria”.

Non ci resta che attendere il 20 dicembre per conoscere il destino di Kylo.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui