Le menti dietro Star Wars: The Mandalorian si sono prese un grosso rischio con “Baby Yoda” nella serie live-action, poiché il loro uso di effetti visivi non artificiali per dare vita al personaggio in determinate sequenze avrebbe potuto portare a risultati deludenti, sebbene Werner Herzog abbia chiamato i cineasti “codardi” per aver girato alcune scene senza il burattino in favore della CGI (Computer-Generated Imagery).

Herzog è un regista affermato e molto conosciuto grazie a film come Fitzcarraldo e Grizzly Man, e con i suoi commenti probabilmente intende ispirare i cineasti Jon Favreau e Dave Filoni ad attenersi alla loro decisione di utilizzare un burattino per il personaggio invece di usare effetti visivi alternativi.

Durante un evento di proiezione, Filoni ha ricordato che quando ha tentato di rimuovere Baby Yoda da una scena per consentire l’utilizzo della CGI, Herzog ha dichiarato: “Sei un vigliacco“, e ha chiesto: “Lascialo“.

Un’altra registai della serie, Deborah Chow, ha ricordato un incontro in cui stava dirigendo Herzog in una scena con il burattino in cui Herzog apparentemente interagiva con Baby Yoda come se fosse una creatura vivente:

Stavo dirigendo Werner con il burattino e Werner si era proprio innamorato del bambino. Werner, penso, aveva dimenticato che in realtà non era una creatura viva, e iniziò in qualche modo a … dirigere il bambino“, ha rivelato la regista, proseguendo: “A un certo punto, aveva letteralmente dimenticato che non era un essere vivente e stava parlando con il bambino come se fosse stata una creatura reale, esistente“.

Questi commenti fanno eco alle osservazioni che Chow aveva precedentemente fatto, spiegando il legame che aveva visto tra Herzog e il burattino.

I nuovi episodi di Star Wars: The Mandalorian vengono trasmessi su Disney + ogni venerdì.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui