The Witcher: meno CGI e più effetti pratici

Tomek Bagiński parla della presenza degli effetti speciali nella prossima serie Netflix.

0

The Witcher, già prima del suo arrivo su Netflix, si candida ad essere una delle migliori serie televisive lanciate quest’anno, e di dar vita ad un’epica saga pari a quella de Il Trono di Spade. Nonostante gli elementi fantasy, il team di produzione ha più volte dichiarato come si è voluto usare il meno possibile gli effetti speciali.

In una recente intervista al sito polacco Antyweb però, il produttore esecutivo Tomek Bagiński ha anticipato una grande battaglia realizzata con l’ausilio della CGI, evitandone il più possibile l’uso per le altre scene.

“In questa serie abbiamo voluto girare il più possibile, evitando la CGI” spiega Bagiński “Gli effetti speciali sono stati usati solo quando necessario, poiché ovviamente non è stato possibile girare ogni cosa.

Una delle sequenze in cui abbiamo usato la CGI è stata quella girata nel Castello di Ogrodzieniec, dove per realizzare l’uso di incantesimi, della magia e rendere l’idea di distruzione, è stato per forza di cose obbligatorio utilizzarla”.

Questa la sinossi ufficiale per la serie:

Ispirata al best-seller fantasy, The Witcher è una fiaba epica. Geralt di Rivia, un solitario cacciatore di mostri, lotta per trovare il suo posto in un mondo in cui le persone spesso si dimostrano più malvagie delle bestie.

Ma quando il destino lo spinge verso una potente strega e una giovane principessa con un pericoloso segreto, i tre devono imparare a convivere per affrontare insieme un viaggio.

La serie arriverà in streaming su Netflix dal 20 dicembre.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui