Star Wars: il franchise esplorerà nuove soluzioni

    Resistance Reborn sembra differente dai suoi predecessori.

    0

    Il nuovo romanzo Resistance Reborn è una lettura essenziale per The Rise of Skywalker e illustra anche perché la serie non è come le altre Disney.

    L’uscita di questa settimana di Star Wars: Resistance Reborn – un nuovo romanzo di Rebecca Roanhorse che si svolge tra Gli Ultimi Jedi e The Rise of Skywalker – è qualcosa che i fan di Star Wars possono apprezzare, dato che si tratta di un importante ponte tra i film e come indicazione della direzione che sta intraprendendo il franchise di Star Wars.

    Per i fan della serie, in particolare quelli che seguono materiale al di fuori dei film principali, Resistance Reborn è quasi imprescindibile: oltre al divertimento di introdurre – o, in molti casi, reintrodurre – personaggi con connessioni a più epoche del franchise, dalla trilogia originale fino a Star Wars: Rebels, la serie di romanzi di Aftermath e molto altro, serve a una serie di scopi narrativi molto specifici che, per molti versi, sono necessari per la grande storia di Star Wars nel suo insieme.

    Inoltre, il senso di colpa nel massacro della Resistenza in Gli Ultimi Jedi è un tema ricorrente, così come la risposta sempre più esausta di Leia all’essere uno dei pochi capi rimasti del movimento, offrendo un focus sul personaggio che i film non possono più dare a causa della morte di Carrie Fisher nel 2017.

    telegra_promo_mangaforever_2

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui