“Sono deplorevoli” aveva sentenziato Francis Ford Coppola, accodandosi ai commenti negativi più volte espressi da Scorsese sui film Marvel. Come il suo illustre collega (QUI PER LEGGERE LE ULTIME PAROLE DI SCORSESE), anche Coppola ha recentemente chiarito la sua posizione in merito, articolando maggiormente la sua posizione.

“Personalmente, non mi piace l’idea del franchise cinematografico, l’idea di continuare a ripetere quello che è essenzialmente lo stesso film per guadagnare di più” le parole di  Coppola a Deadline “Sento che in questo modo viene adottato un approccio per ridurre il rischio di perdita dei film, ma tante volte è proprio  il” fattore di rischio” a rendere dei lavori fantastici. Il discorso riguarda anche una gestione delle risorse disponibili, lasciando così poco spazio per produzioni più audaci e originali, riducendo la diversità. Da un certo punto di vista, credo che il cinema sia come il cibo: puoi aggiungere certi ingredienti per rendere il prodotto più gustoso, appetibile e divertente, ma per qualificarsi come cibo deve essere nutriente. Sono sicuro che sia arrivata l’essenza di ciò che ha detto Martin, penso che se qualcuno gli chiedesse se effettivamente c’è un’espressione cinematografica e un ottimo lavoro in alcuni film Marvel, direbbe di sì. Ma il suo concetto era quello che film del genere hanno tolto ossigeno, con un intrattenimento simile a quello dei parchi divertimento più che di quello che siamo abituati a definire cinema. In questo sono d’accordo con lui; anche gli spot pubblicitari può essere una forma di cinema, ma è una bella forma di cinema? No”.

Come Scorsese dunque, Coppola tende a sottolineare come il suo commento sia attuo a difendere il “cinema d’autore”, più che un attacco diretto al prodotto offerto dalla Marvel.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui