Lucca Comics, si sa, attira molte persone nella città toscana nel periodo della fiera e l’affitto di stanze e appartamenti è una occasione ghiotta per chi affitta; tuttavia in queste circostanze spesso non si incrocia sempre la persona più onesta… è accaduto infatti che decine di persone siano state ingannate da un uomo che le aveva contattate in seguito ai loro annunci apparsi su periodici web nei quali chiedevano appartamenti o location dove poter stare i cinque giorni della manifestazione.

Il tipo in questione contattava direttamente gli aspiranti affittuari dopo aver letto gli annunci e proponeva loro diverse case ed appartamenti, ed anche una intera palazzina. Purtroppo gli appassionati abboccavano e finivano per versare i soldi pattuiti, ovviamente un acconto, su un conto corrente con tanto di Iban il cui numero veniva regolarmente fornito dallo sconosciuto.

Uno dei truffati, un ragazzo trentenne che aveva anche versato l’acconto di 600 euro, ha raccontato la sua spiacevole avventura: “Ad un certo punto una ragazza, alcuni giorni fa, ha postato su facebook un messaggio in cui metteva sull’avviso dal fare accordi con un tale Daniele il quale, pare, aveva affittato a tantissima gente parte della quale si è insospettita e ha cominciato a cercare informazioni. Si è formato un gruppo facebook, Lucca truffa, e il numero delle adesioni sta crescendo vertiginosamente. Questo signore ci ha dato un Iban su cui versare i soldi dell’anticipo, ma la ragazza, sovrapponendo le immagini che avevamo ricevuto, ha scoperto che le case, a quanto pare, non si trovavano in via Buia a Lucca, ma a Palermo. Sono cominciati, così, dei controlli telefonici, con gente che ha chiamato polizia, carabinieri, negozi a Lucca per cercare di scoprire di più. Quest’uomo ci aveva promesso che oggi, alle 14, si sarebbe collegato in video con il gruppo mostrando gli appartamenti che aveva a disposizione, invece niente di tutto questo. Alle 14 ha spento i cellulari e ha inviato una mail in cui dice di non avere più i soldi, di aver truffato per rimediare del denaro di cui aveva bisogno, che la situazione gli è sfuggita di mano e che restituirà quello che ha ricevuto. Qualcuno sta raccogliendo i nomi e i cognomi per fare una denuncia collettiva alla polizia postale indicando sia i numeri di telefono del truffatore sia quelli dell’Iban su cui sono stati versati i soldi. Non possono accadere cose di questo genere”.

Attualmente sono più di 90 gli iscritti al gruppo facebook Lucca truffa che stanno cercando di ottenere i loro soldi, mentre il truffatore continuerebbe a inviare mail strappalacrime tentando di giustificarsi.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui