Per prima cosa facciamo gli auguri ad Asterix per il suo “compleanno”: 60 anni sono un bel traguardo; poi 4 nuovi volumi che ci conducono dall’Egitto alla Mesopotamia, fino a Londra e oltre.

5Auguri Asterix

telegram_promo_mangaforever_3

Il 29 ottobre del 1959, sul primo numero della rivista “Pilote”,  Asterix faceva il suo debutto. Creato da Renè Goscinny e Albert Uderzo, il Gallo è diventato un simbolo del fumetto francese, famoso in tutto il  mondo. E tra un po’ arriverà anche il nuovo albo, il numero 38, “La figlia di Vercingetorige”, di Jean Yves Ferri per i testi e di Didier Conrad per i disegni.

Col tempo le avventure del villaggio di irriducibili capaci di resistere alle truppe di Giulio Cesare sono diventate un paradigma dello spirito francese, con Asterix incaricato di incarnarne i pregi (eroico, coragggioso, spavaldo) e Obelix i difetti (suscettibile, irascibile e goloso). Le prime venti storie furono pubblicate a strisce su “Pilote”, venendo raccolte in volumi a partire dal 1961. Da “Asterix e i belgi” iniziarono a essere pubblicate direttamente in albi. Ed ora tocca al nuovo volume.

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui