Si comincia martedì 29 ottobre con l’arrivo in edicola del primo Magazine dedicato ai Bonelli Kids: 48 pagine di fumetti, racconti, giochi e approfondimenti dedicate ai più giovani tra i lettori bonelliani. L’albo inaugurale della collana annuale Bonelli Kids Magazine avrà soggetto e sceneggiatura di Alfredo Castelli, Tino Adamo, Sergio Masperi e Luca Bertelé, disegni e copertina di quest’ultimo e colori firmati da Manuela Nerolini. In formato 17×23 centimetri, a colori, il primo, divertentissimo, Magazine dedicato ai lettori più piccoli contiene un fumetto di 16 pagine nel quale i Bonelli Kids indagheranno sulla scomparsa dei personaggi dalle pagine dei loro fumetti preferiti; un racconto illustrato di 10 pagine ispirato al romanzo di fantascienza di Jules Verne: “Dalla Terra alla Luna”; due rubriche presentate rispettivamente da Martin Mystère Bonelli Kids su Leonardo Da Vinci, e l’altra da Nathan Never Bonelli Kids sul nostro satellite: la Luna. Saranno presenti pagine di giochi, poster, curiosità e all’interno del magazine 2 special cards da integrare nel gioco di carte dei “Bonelli Kids”, creato da “Pendragon Games Studio”.

Il destino dell’umanità sembra ormai segnato, come risulterà evidente in Dylan Dog 398, “Chi muore si rivede”. Il mensile è atteso in edicola a partire dal 29 ottobre con testi di Paola Barbato, disegni di Armitano e copertina firmata da Gigi Cavenago. Tutt’intorno all’Indagatore dell’Incubo si succedono eventi sempre più apocalittici, compreso il ritorno in scena di due figure che non si sono risparmiate nel dargli filo da torcere, in passato. La pista di Dylan Dog incrocia di nuovo quella di Nora Cuthbert e Gus per la resa dei conti finale.

Per Pat Wilding è arrivato il momento di dare inizio alla leggenda dello Spirito con la Scure in Zagor Le Origini 6. Il mensile, intitolato “L’eroe di Darkwood”, sarà disponibile da mercoledì 30 ottobre. Dopo aver affrontato un lungo percorso di crescita fatto di prove, esperienze, dolori e lotte, ma costellato anche di errori, Pat Wilding torna sul Clear Water davanti alle tombe dei suoi genitori. Si rende conto di dover dare un senso alla propria vita e si sceglie una missione. L’incontro con il girovago Tobia Sullivan (un illusionista che aveva già conosciuto in passato) e con i suoi due figli Romeo e Orazio (attori e saltimbanchi) gli consente di diventare Za-Gor-Te-Nay, lo Spirito con la Scure. L’albo ha soggetto e sceneggiatura di Moreno Burattini, disegni di Oskar e copertina di Michele Rubini.

Morte ad Halloween, Londra nel caos e un’ardente passione terranno occupati il nostro Old Boy nel trentasettesimo Maxi Dylan Dog, quadrimestrale in edicola dal 31 di ottobre. Nelle 288 pagine del volume che ha copertina di Raul & Gianluca Cestaro, tre storie. La prima ha titolo di “Halloween a Northwood” (Soggetto e sceneggiatura: Giovanni Eccher; Disegni: Fabrizio Des Dorides): dolcetto o scherzetto? Non sempre i ragazzini sono ben accolti, quando si presentano alla porta delle case, la notte di Halloween. Ma chi o che cos’è è la misteriosa entità che scatena la morte dopo il loro passaggio? La seconda storia è “Il nuovo mondo” (Soggetto e sceneggiatura: Riccardo Secchi; Disegni: Giulio Camagni): mentre Bloch è alle prese con un controverso personaggio politico in visita a Londra, a Dylan spetta il compito di indagare su terribili, efferatissimi omicidi compiuti all’improvviso da persone del tutto prive di movente. La terza e ultima storia è “Ti amo, Dylan!” (Soggetto e sceneggiatura: Silvia Mericone e Rita Porretto; Disegni: Paolo Armitano): il buio della notte viene squarciato, all’improvviso, dall’irrompere di una torcia umana dentro la casa di Dylan Dog, subito dopo che, in un incubo, gli era stato recapitato un biglietto con la scritta: “Ti amo, Dylan!”.

Una donna scompare a Venezia inseguendo il suo amore: si tratta dell’inizio di un romantico sogno o di un terribile incubo? La risposta in Julia 254, “Il mistero di Venezia”. Il mensile sarà nelle edicole nostrane da sabato 2 novembre con soggetto di Giancarlo Berardi, sceneggiatura dello stesso Berardi e di Maurizio Mantero, disegni di Federico Antinori e copertina di Cristiano Spadoni. In viaggio verso l’Italia, per una vacanza con il suo Ettore, Julia si imbatte in una attempata signora che è diretta a Venezia per incontrare di persona un uomo conosciuto in rete e di cui si è perdutamente innamorata. La donna, però, scompare misteriosamente e la nostra criminologa dovrà seguire le sue tracce, ripercorrendo le calli calcate dal Casanova.

Per lo Spirito con la Scure l’attentatore dinamitardo che semina il terrore nella cittadina mineraria di Coalbridge non è il solo problema da affrontare ne “La formula della morte”, albo numero 652 della serie mensile di Zagor, in edicola sempre dal secondo giorno del mese di novembre. L’ingegnere Joss Beaumont, creduto morto in un disastro minerario che ha provocato la morte di decine di operai nella miniera di Keating, in realtà è sopravvissuto. Beaumont ha scoperto che le vittime sono in gran parte da addebitarsi al proprietario dell’impianto di estrazione, il bieco Milton Miller, il quale ha sigillato le aperture degli scavi per impedire all’incendio di bruciare il carbone fonte della sua ricchezza. Da qui, il suo desiderio di vendetta che si concretizza in una serie di attentati esplosivi e incendiari ai danni di collaboratori della compagnia mineraria e di alcune strutture logistiche. Esperto di sostanze chimiche qual è, Beaumont ha progettato la formula della “beaumontite”, un micidiale esplosivo. Lo sceriffo Baker, marshall di Coalbridge, la cittadina che ospita la sede della compagnia di Miller dopo l’abbandono di Keating, divenuta una città fantasma, ha chiesto l’aiuto di Zagor per catturare l’attentatore, di cui ignora l’identità, anche perché si copre il volto con una inquietante maschera. Milton Miller non collabora con le indagini, preoccupato che qualcuno scopra i suoi tanti loschi affari e anche le sue responsabilità nella catastrofe di Keating. Spencer, suo fratello, invece fornisce allo Spirito con la Scure tutte le informazioni di cui dispone, nella speranza che l’attentatore venga catturato prima che fra le vittime finiscano lui stesso e Mary, figlia di Milton. Mister Miller, intanto, dà ordine ai suoi uomini di eliminare Baker e Zagor prima che scoprano qualcosa. In effetti Zagor scopre che Beaumont vuol far saltare una diga che fa funzionare, con la pressione dell’acqua, una segheria utile a Miller per le sue attività. Il braccio destro di Miller, O’ Connor, intanto trama per derubare il suo stesso capo, sottraendo le paghe destinate ai minatori. L’albo ha soggetto di Vittorio Sossi, sceneggiatura di Mirko Perniola, disegni di Alessandro Chiarolla e copertina firmata da Alessandro Piccinelli.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui