Sarà Zoë Kravitz a vestire i panni di Catwoman nel prossimo film dedicato a Batman, con Robert Pattinson nei panni di Bruce Wayne; l’attrice però avrebbe potuto recitare in un film dedicato all’amato eroe già in precedenza, se non fosse stata scartata da Nolan per Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno, ultimo capitolo della trilogia del regista. La Kravitz avrebbe dovuto interpretare, con molta probabilità, Jen (una sorta di versione cinematografica di Holly Robinson, spalla nei fumetti di Selina), col ruolo poi affidato a Juno Temple.

Secondo Kevin Smith, il film con Robert Pattinson sarà basato su alcuni momenti salienti della saga a fumetti di Jeph Loeb e Tim Sale, Il lungo Halloween.

“Sinceramente, ho sentito che si baserà su Il lungo Halloween, e anche da una buona fonte” le parole di Smith durante un recente episodio del podcast FatMan Beyond.

Un precedente report di Daniel Richtman cerca invece di fare chiarezza nel dettaglio sulla trama, con le vicende del film seguiranno Batman alle prese con casi di strani omicidi. Raccogliendo indizi e prove scendendo nella profondità più oscura di Gotham, l’eroe scoprirà una cospirazione legata ai maggiori villain del suo “mondo” (tutti possibili “sospetti” e già “formati”).

“E’ una storia noir di Batman raccontata molto chiaramente dal suo punto di vista e dall’esperienza che essa porta sulle sue spalle. Spero sarà emozionante ma anche emotiva. Darà risaltato maggiormente alla sua abilità da detective, più di quanto si sia mai visto nei precedenti film fino ad ora: i fumetti lo dicono chiaramente, è il detective migliore del mondo e a questo aspetto non sempre è stato dato il giusto peso nelle precedenti pellicole. Amo la possibilità che ho di poter approfondire questo aspetto, in modo da intraprendere con lui un viaggio alla ricerca dei criminali e percorrere un arco narrativo, che mostri anche l’evoluzione e la trasformazione stessa di Batman” le precedenti parole del regista Matt Reeves.

Invece, in un’ intervista a IndieWire durante il Television Critics Association, lo stesso Matt Reeves ha parlato di come affronterà il tema della duplice identità di Bruce Wayne nel prossimo film stand alone di Batman.

“Questa è una domanda molto difficile. Penso sia interessante sapere però che, lavorando al film, abbiamo guardato molto al passato e all’esempio che poteva fornirci un’opera importante come quella di Stevenson. Bruce Wayne ha un sé-ombra proprio come Jekyll, c’è l’idea che siamo fatti di molteplici personalità. Bruce è e non è Bruce, è o non è il suo cappuccio. Ci sono delle volte che ti senti pienamente te stesso, ma poi risulta essere vero solo uscendo dalla propria ‘forma’ e indossando una maschera, con l’identità velata che permette ai lati più istintivi e puri di emergere”. Il regista sottolinea inoltre come questa dicotomia sia importantissima per il prossimo stand alone.

Tutti i fan, anche i più scettici riguardo la sua scelta, sono impazienti di vedere Robert Pattinson sul grande schermo come nuovo Batman. In una precedente intervista a Variety, l’attore ha descritto la prima volta in cui ha indossato l’iconico costume del Cavaliere Oscuro.

“E’ forse la cosa più folle che io abbia mai fatto su un set” le parole dell’attore ” L’ho messo, ricordo di aver detto a Matt che sembrava che indossarlo ti facesse trasformare e lui ha risposto dicendo che voleva proprio quella sensazione in me. Ti senti potente, una sensazione sorprendente, qualcosa di difficile da descrivere; entrarci è come se fosse un rito, hai cinque persone intorno che ti aiutano ad indossarlo e la situazione è anche un po’ imbarazzante, ma ti senti veramente forte, invincibile”.

L’uscita del film è attualmente fissata, per gli USA, al 25 giugno 2021.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui