Già dal sottotitolo, la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn, in Birds of Prey vedremo un’Harley Quinn sicuramente diversa da Suicide Squad, dovendo affrontare la separazione dal Joker sia a livello sentimentale che a livello narrativo. Insieme a Black Canary e Cacciatrice, il personaggio di Margot Robbie si troverà ad affrontare Maschera Nera, interpretato da Ewan McGregor. Stando alle parole dell’attore alla rivista Premiere Magazine, le protagoniste si troveranno insieme non solo per fronteggiare il villain, ma anche in un certo senso la misoginia presente nel film, che rende dunque la pellicola “femminista”.

“Ciò che più mi ha colpito di Birds of Prey è che si tratta di un film femminista” spiega l’attore “E’ veramente scritto in maniera sottile. Nella sceneggiatura è presentata la misoginia e credo sia importante porre l’attenzione su come noi uomini ci comportiamo verso il sesso opposto. Dobbiamo imparare a cambiare, spesso nei film la misoginia è presente in uomini violenti che picchiano o stuprano le donne, ma qui la vediamo proprio in azioni sicuramente meno gravi ma quotidiane, di cui gli uomini spesso nemmeno si accorgono…per questo la sceneggiatura è sottile. E’ credo sia geniale”.

Diretto da Cathy Yan su una sceneggiatura di Christina Hodson, Birds of Prey vede nel cast Margot Robbie, Jurnee Smollett-Bell, Mary Elizabeth Winstead, Rosie Perez e Ewan McGregor. L’uscita è prevista per il 7 febbraio 2020.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui