“House of X” di Marvel è ormai giunta al termine, ma l’ultimo episodio della storia è riuscito ancora a rivelare parecchi colpi di scena. Powers of X #6 non ci ha solo fornito le rivelazioni finali della trama di “House of X”, ma ha anche introdotto alcuni nuovi colpi di scena che si ripercuoteranno nel prossimo rilancio “Dawn of X” e ben oltre, possibilmente portando una minaccia all’intero universo Marvel. Per ironia della sorte, questa “nuova” minaccia è in realtà qualcosa che Powers of X ha presentato di fronte a noi da sempre: la timeline dell’Anno 1.000 e il misterioso personaggio di Librarian.

Durante Powers of X, la timeline dell’Anno 1.000 è stata incentrata su una storia di Librarian e degli esseri misteriosi di quella futura società che utilizza A.I. avanzate e la nanotecnologia per creare un pianeta macchina in grado di attrarre la Phalanx sulla Terra. L’obiettivo era l'”Ascensione“, un processo di conversione degli esseri viventi della Terra in parte del collettivo Phalanx, come mezzo per sfuggire alla morte stessa. L’unico problema è: unendosi al collettivo, gli esseri organici vengono cancellati dall’esistenza.

Powers of X #6 ci porta finalmente nel misterioso luogo dove Librarian conserva in un habitat artificiale vecchi ricordi del mondo. In un’importante scena rivelatrice, apprendiamo che Librarian ha tenuto due mutanti in questo strano zoo, e non sono altro che Moira X e Wolverine! È allora che apprendiamo la grande svolta nella storia che pensavamo di sapere: Librarian fa parte della Homo novissima (ehm, non dovrebbero concordare?), o “Post-umanità”. Fondamentalmente, i post-umani sono creati attraverso la combinazione di ingegneria genetica umana e integrazione avanzata della biotecnologia, ed è stato rivelato che tali esseri sono e sono sempre stati il ​​vero nemico dei mutanti, in quanto sono una tribù in competizione nella corsa per il dominio evolutivo. Moira e Wolverine si rendono conto che gli X-Men non hanno mai avuto conoscenza del vero nemico.

La scena termina con una decisione drastica di Librarian: entrare a far parte del collettivo, non importa quanto divino sia, sarebbe un errore. Invece, Wolverine e Moira sorprendono Librarian e apparentemente lo uccidono, ed è lì che abbiamo un importante colpo di scena finale: la timeline dell’Anno 1.000 era in realtà la sesta vita di Moira.

Con la fine di “House of X”, è ormai chiaro che la più grande missione di Moira X è non solo combattere le nuove minacce umane (Project Orchis) e le evoluzioni delle macchine (Mother Mold e Nimrod), ma anche prevenire l’eventuale (inevitabile?) anche aumento della minaccia postumana. In che modo questa minaccia si manifesterà per la prima volta nell’universo Marvel, è qualcosa che siamo ansiosi di vedere.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui