Shueisha, sotto l’etichetta di Jump Comics, ha pubblicato nel corso del weekend il volume numero 9 di Boruto: Naruto Next Generations, il manga di Ukyo Kodachi, Mikio Ikemoto e supervisionato da Masashi Kishimoto.

Si tratta del sequel diretto di Naruto e lo sceneggiatore Kodachi ha voluto esprimere il suo commento nella sezione dedicata alle alette del volumetto da pochissimo disponibile per l’acquisto.

Stavolta il suo commento ha davvero dell’interessante ed elimina dei dubbi e misteri sospesi in merito la nascita e la produzione di Boruto: Naruto Next Generations. Le parole dell’autore rivelano apertamente che Masashi Kishimoto in persona ha cominciato a lavorare all’orientamento dell’universo del sequel del suo capolavoro addirittura ben prima della battaglia contro Kaguya Otsutsuki verificatasi nel manga di Naruto, quindi, di conseguenza, anche prima della battaglia tra Naruto e Sasuke e dell’immediato finale.

Ecco le parole nel dettaglio dell’autore dietro la sceneggiatura di Boruto tradotte da @OrganicDinosaur, utente di Twitter accreditata per l’attualità di Boruto e Naruto:

Al momento ci siamo presi la libertà di iniziare una rubrica parlando di ciò che abbiamo rinviato in merito alla produzione del manga. Questa produzione, in termini di design, concept art, impostazione delle scene e quant’altro sono stati costantemente e instancabilmente realizzati con Masashi Kishimoto prima che la battaglia contro Kaguya nella serie di Naruto si realizzasse. Quegli elementi stessi di produzione sono stati creati intenzionalmente come trampolino di lancio per il film e l’anime di Boruto. Apprezzerei sul serio se voi poteste vedere questi elementi come una sorta di guida al mondo di Boruto per godere di più della serie, come qualcosa su cui fare affidamento, quando pensate al quotidiano di Boruto e dei suoi amici!

Ed ecco svelato un importante arcano dietro la nascita del sequel di Naruto. Sebbene non sia possibile confermare con certezza se l’inizio di produzione prima della fine di Naruto sia ad opera del pensiero di Shueisha o di Kishimoto-sensei, questa, tra le altre, è chiaramente una risposta concreta alla domanda sul perchè Madara Uchiha non sia stato il cattivo finale della serie.

Come ricorderete, Madara Uchiha è stato improvvisamente e ingiustamente eliminato dalla narrazione di Naruto per dar spazio al “vero” cattivo finale, Kaguya Otsutsuki. Sebbene il personaggio rappresenti l’entità che ha dato origine ad ogni cosa, in questo caso al chakra, la sua apparizione è rimasta davvero molto stretta e ancora inspiegata, anche per la mancanza di costruzione del personaggio avvenuta solo mediante flashback.

Ed ecco, di conseguenza, svelato anche perchè i nemici attuali del manga e anime di Boruto siano tutti dei discendenti di Kaguya. Sarebbe stato molto più accessibile creare un precedente nella serie di Naruto introducendo Kaguya piuttosto che farlo nel sequel improvvisamente e, soprattutto, in un mondo ormai in pace e in continua espansione dopo la Quarta Guerra Mondiale dei Ninja.

Ma ci sono ancora degli appassionati che avrebbero voluto lo storico Madara come cattivo finale e, d’altro canto, non possono essere biasimati.

Boruto: Naruto Next Generations è un manga disegnato da Mikio Ikemoto(assistente di Masashi Kishimoto durante la serializzazione di NARUTO) e scritto da Ukyo Kodachi (assistente di Kishimoto durante la realizzazione della sceneggiatura del film di “Boruto: Naruto the Movie”) con la supervisione di Masashi Kishimoto il quale si occupa anche di essere l’editor. L’opera si pone come seguito al manga “NARUTO”. Attualmente sono stati pubblicati 39 capitoli, e i primi 31 sono raccolti in 8 volumi.

In Giappone sono stati pubblicati cinque romanzi di Boruto i quali ispirano l’arco iniziale dell’anime di Boruto: Naruto Next Generations sino a che non ha raggiunto gli eventi di Boruto: Naruto the Movie.

In Italia il manga è edito da Planet Manga con 7 volumi disponibili.

La serie animata di Boruto: Naruto Next Generations, prodotta da Studio Pierrot e trasmessa ogni giovedì su TV Tokyo, ha raggiunto i 127 episodi.

Naruto, invece, è stato realizzato da Masashi Kishimoto dal 1999 al 2014 all’interno della rivista Weekly Shonen Jump (Shueisha). Con 700 capitoli pubblicati e 72 volumi totali, l’opera è interamente disponibile in Italia sotto l’etichetta di Planet Manga. La due serie animate che hanno trasposto il manga, ovvero Naruto e Naruto Shippuden, inglobano in totale ben 720 episodi e l’ultimo è stato trasmesso il 23 marzo 2017. In Italia Naruto è stato trasmesso interamente, mentre la serie “Shippuden” conta, per ora, 348 episodi.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui