Actor Ian McDiarmid as Emperor Palpatine in STAR WARS: REVENGE OF THE SITH. © Lucasfilm Ltd. & TM. All Rights Reserved. Digital work by ILM.

Dopo una tumultuosa pre-produzione, il capitolo finale della saga è quasi arrivato nei cinema; ma, grazie ad una campagna marketing misurata, gli spettatori vedranno il film con pochissime informazioni sulla trama. Ma tra le pochissime cose che sono state divulgate c’è la conferma che Darth Sidious sarà in qualche modo un fattore importante del film.

Ian McDermid è infatti pronto a riprendere il suo ruolo di imperatore in The Rise of Skywalker. Confermato in modo non convenzionale, i fan sono rimasti scioccati nel sentire la risata familiare del cattivo verso la fine del primo trailer del film. Non si sa molto sul suo ritorno, ma Abrams spiega che il suo coinvolgimento nel film imminente ha senso.

JJ Abrams on bringing back Palpatine in The Rise of Skywalker. from StarWarsLeaks

Parlando con Empire, Abrams ammette che non tutti erano entusiasti del ritorno di Palpatine. Ha spiegato, tuttavia, che, considerando che The Rise of Skywalker è destinato a concludere la saga principale di Star Wars, il coinvolgimento dell’Imperatore è giustificato considerando che gran parte di ciò che è accaduto nelle trilogie passate si collega a lui.

Anche se l’imminente ritorno dell’Imperatore è stato accolto con opinioni diverse, nessuno può negare che ha dato ai fan una nuova linfa per elaborare innumerevoli teorie sul modo in cui si inserisce in questa narrativa della trilogia contemporanea. Naturalmente, ciò include anche la tesi che lui e il leader supremo Snoke siano una sola persona. Ovviamente Lucasfilm non farà trapelare nulla fino all’uscita del film, quindi le teorie per ora sono tutte valide…

Star Wars: The Rise of Skywalker arriverà il 20 dicembre 2019.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui