Alla fine dell’ultima stagione di Star Trek: Discovery, l’equipaggio e la USS Discovery sono stati sbalzati nel futuro. L’audace mossa dello showrunner Alex Kurtzman ha sostanzialmente rimosso tutti i legami e i vincoli con l’universo originale di Star Trek con cui lo spettacolo aveva lottato per esservi fedele sin dal suo inizio.

Doug Jones, che interpreta Saru, un ufficiale scientifico della Flotta Stellare originario di Kelpian, è stato intervistato durante i Saturn Awards, esprimento il suo entusiasmo per questa stagione e anticipando alcune scelte:

“Siamo passati nel futuro alla fine della stagione 2. Questo è importante. Siamo andati dove nessuna serie di Star Trek è mai giunta prima… Quindi vedremo cosa succederà in futuro. In che condizioni si trova la Federazione? Lo scopriremo quando arriveremo. Cosa succede a me e al mio grado? Sono un comandante, ma agisco anche come capitano della nave perché ora abbiamo perso tutti i nostri capitani. Prendo possesso della nave e quindi posso mantenere il posto di Capitano? Devo consegnarla ad un altro capitano della Federazione / Flotta Stellare in futuro? Lo scopriremo quando saremo lì”.

Jones ha continuato dicendo che è “eccitato” per la libertà che gli scrittori avranno in questa stagione e per il “nuovo capitolo” che aggiungeranno al canone di Star Trek. Forse gli scrittori avranno ancora più libertà nel poter esplorare Saru e la sua specie nella terza stagione proprio per questo motivo.

La stagione è attesa per il 2020, quindi c’è tempo per scoprire nuove cusiosità su quello che ci aspetta.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui