Bonelli, uscite dalla settimana 30 settembre – 6 ottobre 2019

Sette gli appuntamenti in edicola con la casa editrice milanese.

0

Un uomo macchiatosi di un terribile delitto ha scontato il suo debito con la giustizia, ma sembra che per qualcuno la prigione non sia stata una pena sufficiente, come sarà evidente nell’albo numero 253 della serie mensile di Julia, “L’ombra della vendetta”, in edicola dal primo giorno di ottobre. Con soggetto di Giancarlo Berardi, sceneggiatura dello stesso Berardi e di Lorenzo Calza, disegni di Francesco Bonanno e copertina di Cristiano Spadoni. Mike Crawford ha ammazzato la moglie, investendola con l’auto, e ha rapito la figlia. Ha scontato la sua pena, ma appena uscito di galera viene ucciso dall’ex vicino di casa che aveva assistito al delitto. L’evidenza dei fatti parla di legittima difesa, ma per Julia c’è qualcosa che non quadra.

Lo Spirito con la Scure deve smascherare un folle giustiziere che agisce bruciando le sue vittime in Zagor 651, “L’incendiario”. Cinque anni prima, la miniera di carbone di Keating era stata sconquassata da un terribile disastro che provocò decine di vittime. A distanza di tempo, però, qualcuno si è convinto che la tragedia non fosse stata provocata da cause naturali, ma dalla mano dell’uomo. Di sicuro c’è soltanto che i fantasmi dei minatori sembrano infestare il luogo della strage, e siano in grado di vendicarsi. Infatti, una serie di misteriosi omicidi semina la morte fra coloro i quali avevano incarichi di responsabilità nella direzione della miniera. Chi è il serial killer? E perché colpisce? Zagor si incarica di indagare. Il mensile, in uscita il 2 ottobre, ha soggetto di Vittorio Sossi, sceneggiatura di Mirko Perniola, disegni di Alessandro Chiarolla e copertina di Alessandro Piccinelli.

Il delicato ecosistema della foresta amazzonica è in pericolo, come risulta evidente in Mister No – Le nuove avventure 4. Il mensile, intitolato “La montagna proibita”, è atteso nelle edicole nostrane dal terzo giorno del mese di ottobre e ha firme di Luigi Mignacco (testi), Marco Foderà e Roberto Diso (disegni) e Fabio Valdambrini (copertina). Esse-Esse si è riunito a Mister No per affrontare una minaccia che rischia di sconvolgere la foresta e le tribù di nativi che ci vivono. Cosa sta cercando veramente il gruppo di mercenari nei quali il nostro tedesco si è in infiltrato? Come potranno due uomini soli contrastarli?

Una giornata di ordinaria follia nel Pianeta dei morti è al centro dello Speciale Dylan Dog 33, “Saluti da Undead”. Al centro di questa ennesima escursione nell’universo narrativo del Pianeta dei morti, accanto al Dylan Dog alternativo del futuro è di scena Rufus, uno zombi intelligente e perfettamente civilizzato. Uno zombi perbene calato nell’orrore della non vita, nell’assurda routine di una quotidianità di ordinaria follia. Il volume a cadenza annuale, previsto in edicola da giovedì 3 ottobre con 160 pagine in bianco e nero ha soggetto e sceneggiatura di Alessandro Bilotta, disegni di Paolo Bacilieri e copertina di Marco Mastrazzo.

Un vecchio gringo si perse nella Rivoluzione Messicana… e trovò la strada per Carcosa, come racconta l’albo numero 235 di Dampyr. Il mensile, dal titolo “Il Re in giallo”, è previsto per il prossimo 4 ottobre e ha soggetto e sceneggiatura di Mauro Boselli, disegni di Luca Rossi e copertina di Enea Riboldi. Da cent’anni la sorte di Ambrose Bierce, caustico giornalista e scrittore fantastico che per primo parlò della misteriosa Carcosa, è avvolta nel mistero. Bierce, reporter di guerra al seguito dell’armata di Pancho Villa, scomparve durante la Revoluciòn… Ma, per scoprire l’ubicazione della vera Carcosa e ritrovare Kurjak in tempo, Harlan e i suoi compagni, su suggerimento di Ann Jurging, devono seguirne le tracce. In Messico troveranno un insperato aiuto e, con un tortuoso e rischioso itinerario attraverso il mondo onirico di Kadath e l’altopiano di Leng, viaggeranno verso Carcosa per svelare il volto che si cela dietro il cappuccio sbrindellato del Re in Giallo.

Sta per accadere un evento fondamentale per la Storia della Frontiera e pare proprio che i ribelli di Mingus non vogliano mancare come risulta evidente dalla lettura di Magico Vento – Il ritorno numero 4, “Ok Corral”. I ribelli di Mingus attaccano la riserva di San Carlos. Ned e Geronimo riescono a contrastarli, ma Mingus è sempre un passo avanti e ora punta su Tombstone per regolare un conto in sospeso con Wyatt Earp che in passato lo aveva costretto a lasciare la città. In quel momento i fratelli Earp e Doc Holliday sono impegnati in una contesa locale contro i fratelli Clanton e McLaury: sta per andare in scena l’epico scontro a fuoco all’OK Corral. Il mensile, atteso per sabato 5 ottobre, ha testi di Gianfranco Manfredi, disegni di Darko Perovic e copertina di Corrado Mastantuono.

Gli avventurieri del maggiore Frémont si battono contro il Messico per liberare la California. Tra inseguimenti, agguati, battaglie e tradimenti, Pat ritrova una persona cara nel numero 7 della serie mensile Storia del West, intitolato “Soldati di ventura”. In edicola dal 4 di ottobre, l’albo ho soggetto e sceneggiatura di Gino D’Antonio, disegni di Sergio Tarquinio, copertina sempre a firma di Gino D’Antonio e colori di GFB Comics. Dopo la brutta esperienza con Regina, Pat ha abbandonato il corpo dei Ranger del Texas e vagabonda tra le Montagne Rocciose, dove si imbatte nell’amico Kit Carson. L’uomo non fa più la vita del trapper, ma è diventato la guida di una milizia volontaria capeggiata dal maggiore John Frémont, che intende fare da testa di ponte per la liberazione della California dal Messico. Pat si unisce al gruppo e parte in avanscoperta insieme a Kit. In California trova la guerra e incontra Regina, che pare essersi ricostruita una vita.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui