Quando DC Black Label è stata annunciata come diretta ad un pubblico maturo, con storie ambiziose, nessuno si aspettava The Last God, una fantasia horror che non è solo costruita per essere un’avventura epica… ma per far sembrare Il Trono di Spade e Il Signore degli Anelli una fiaba.

La prossima serie THE LAST GOD: BOOK I OF THE FELLSPYRE CHRONICLES arriva nei negozi questo ottobre, portando i lettori nel mondo di Cain Anuun. Mentre il popolo celebra tre decenni di pace e prosperità, il tempo in cui una coraggiosa compagnia di eroi uniti per sconfiggere il dio delle tenebre è diventato leggenda. Fino a quando le persone non si rendono conto con orrore che le leggende non raccontano la storia completa… poiché The Last God è ancora vivo e più terrificante che mai nei 12 numeri dello scrittore Phillip Kennedy Johnson, dell’artista Riccardo Federici (Aquaman) e del colorista Dean White (All-Star Batman).

Screen Rant ha avuto la possibilità di parlare con Johnson della serie e del futuro:

Prima di tutto, questo non è il tipo di serie a fumetti che i fan si aspettano da DC Comics. Quindi come spieghi che DC abbia scelto di pubblicarlo?

Penso che sia una specie di affermazione da parte di DC che la Vertigo continua nello spirito. Se questo ha senso… lo scopo di Vertigo è raccontare nuove storie taglienti, che non sono necessariamente legate a queste cose, i supereroi che hai fatto da sempre. Quindi questa è un’affermazione secondo cui la tradizione continua.

Devo dire: non invidio gli artisti fantasy.

[Ride]

Perché il fan medio del fantasy potrebbe presumere che questi mondi non siano così difficili da costruire da zero come devono essere. The Last God presenta un mondo classico con uno stile horror, che è sicuramente meno noto tra i fan occasionali, abituati all’armatura e ai castelli luccicanti. Puoi parlare di questo mix di generi?

Esattamente. Penso che siamo tutti abituati a mondi fantastici che sono questi luoghi luminosi, lussureggianti e belli. E non è questo [ride]. Il mondo di Cain Anuun è molto diverso da quello. Volevamo che questo fosse un vero ed epico mash-up fantasy-horror sin dall’inizio. Quindi invece di una terra di umani laboriosi e di felici elfi che coesistono, dove gli elfi sono tutti scintillanti e vivono per sempre, qui abbiamo una razza di elfi chiamata Aelva che sono una razza soggiogata e aborigena. Potrete vedere altre razze e situazioni in cui si trovano. Volevo che le relazioni razziali tra le diverse razze maggiori fossero molto complicate, volevo stare lontano dai topoi generici. Volevo che le razze e le classi fossero abbastanza familiari ai giocatori dei giochi da tavolo e alle persone che vogliono davvero più Tolkien e cose del genere per sentirsi ragionevolmente a proprio agio. Ma anche sovvertire ogni cosa che abbiano mai conosciuto. Quindi vedranno cose familiari, ma non sono ciò cui sono abituati in ogni caso.

In un’intervista hai detto che a differenza di molti altri mondi fantasy, Cain Anuun non sembrerà un posto DIVERTENTE in cui vivere o esistere. Come fai a creare un mondo che vuoi esplorare, ma poi brutto e distrutto allo stesso tempo?

Oh per me non c’è sfida lì [Ride]. Questa è una serie che volevo leggere da molto, molto tempo. Un vero mash-up horror-fantasy che è all-in su entrambi i lati. Il genere fantasy è questo posto folle in cui puoi fare qualsiasi cosa, puoi semplicemente cavalcare un pensiero folle per quanto vuoi. Il che lo rende perfetto per l’orrore che intorpidisce la mente. Ho sempre voluto vederlo, sai?… Volevo vedere Approdo del Re appena raso al suolo e tutto il resto. Voglio vedere il Negromante della Terra di Mezzo che cerca di far risorgere un drago-zombie, voglio vedere questa roba spinta oltre e vederla diventare davvero oscura. Sento che i due generi chiedono solo di essere messi insieme.

Suppongo che sia un tipo di prodotto in cui le caratteristiche della Black Label, di una vera etichetta”matura”, aiutano…

Sì totalmente. Questo non avrebbe mai funzionato come un semplice fumetto DC, per esempio insieme a The Legion of Super Heroes. Questa non è la stessa cosa [ride]. DC è davvero lungimirante con questo fumetto, è fantastico che siano ancora disposti a fare un volume in stile Vertigo e che ci mettano il nome DC. Adoro il fatto che lo stiano ancora facendo, che stiano ancora facendo il lavoro di creatore, adoro farne parte. Se non un Vertigo, questo è sicuramente un Black Label. Hai visto l’arte è… disgustosa [ride]. È così incredibilmente bello, ma anche molto grafico. E anche la lingua. Mi sarebbe sembrato molto inautentico se avessero parlato in modo carino. Quindi voglio che gli schiavi parlino come schiavi, e che i soldati parlino come soldati, voglio poterlo fare. Voglio che un essere umano sia in grado di dire un insulto razziale contro un elfo e viceversa, e tutto il resto. Queste cose fanno sembrare questo mondo vivo, fangoso e veramente cattivo.

So che ciò che mi ha appassionato della premessa non è solo l’idea di personaggi che crescono all’ombra di questi eroi leggendari, ma l’inserimento di un segreto sinistro. Fa parte di un colpo di scena che viene in parte rivelato rapidamente, ma quella sensazione rimane nella storia?

Si. Bene, iniziamo a vedere il mondo attraverso gli occhi di questo schiavo che è cresciuto sulle storie di King Tyr, il Godslayer. Da quando è nato, Tyr è stato il re, e Tyr è l’uomo che ha letteralmente camminato dal vuoto del mondo verso il vuoto e ha ucciso Il Dio con un’ascia fottuta, perdona il mio linguaggio. Lui è Conan, lo sai. È il tipo più grande e più duro di sempre. È cresciuto con storie di eroismo tipo quelle di re Artù e vuole essere Tyr. È solo uno schiavo e diventa un gladiatore perché vuole essere come il suo capo, essere come il re. Quindi combatte nell’arena nella speranza che un giorno vincerà la sua libertà e si unirà all’esercito di Tyr, uscirà e farà grandi cose, farà grandi opere.

Alla fine del n. 1 abbiamo una sorta di indizio che “Oh, queste storie erano tutte bugie”. La storia di Frodo e Bilbo è tutta una bugia. Ci hanno mentito tutti, in realtà non hanno fatto quello che hanno detto e i cattivi sono tornati di nuovo. Cosa succede allora? Cosa succede quando i più grandi eroi della storia del mondo ci hanno mentito e ora siamo ancora più fregati? Ora non abbiamo nemmeno più quegli eroi che ci proteggono. Vedi questa seconda compagnia riunirsi e provare a riscattare i peccati dei padri. Nel frattempo, cercando di risolvere il mistero di ciò che è realmente accaduto a The Black Stair la prima volta.

Sembra un’idea per inquadrare la storia: che la gloriosa vittoria del passato potrebbe essere stata solo una specie di cosa che ha funzionato solo perché il mondo non lo stava guardando accadere.

Si. Senza dire troppo, sì. Sono arrivati ​​lì e quello che pensavano che avrebbero fatto, hanno capito che non avrebbe funzionato. Quindi fanno quest’altra cosa. Pensano che sia abbastanza, e poi arriva il giorno in cui scoprono che non era abbastanza… e ora hai condannato il mondo intero [Ride]. Un’altra compagnia deve fare ciò che i loro padri hanno detto di aver fatto.

Quando vedi il titolo di questa serie THE LAST GOD: BOOK I OF THE FELLSPYRE CHRONICLES, capisci che questa storia è più grande dei 12 numeri in arrivo. So che non puoi dire cosa riserva il futuro, ma per i fan del fantasy in particolare, c’è un piano generale per la storia, o un finale collegato all’inizio.

Sì, l’obiettivo è sicuramente quello. Questa sarà una serie di 12 numeri, punto e basta. Questo è il libro I di The Fellspyre Chronicles. Se questo è un successo, se i lettori vogliono vedere di più, cosa che spero vivamente, racconteremo un’altra storia in questo mondo. Ma non ci sarà un cliffhanger in cui… Boom, perdono di nuovo! Ora dobbiamo rifarlo da capo con un’altra generazione! Non sarà quel genere di cose. C’è un piano, sappiamo cosa faremo e sarà estremamente soddisfacente. Se i fan vogliono di più, narreremo un altro arc che ha avuto luogo prima o dopo gli eventi di questa storia in questo mondo. C’è sicuramente abbastanza materiale per più libri di The Fellspyre Chronicles. Ma non ci sono espedienti per farlo accadere.

The Last God #1 arriva nei negozi di fumetti il ​​30 ottobre 2019.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui