Street Fighter II: la CPU barava!

Un nuovo video rivela la shoccante verità.

0

Se avete mai giocato a Street Fighter II negli anni novanta, probabilmente avrete avuto a volte il sospetto subdolo che la CPU (“Central Processing Unit”, ovvero “Unità di Elaborazione centrale”) del gioco barasse, e non sto solo parlando di M. Bison, il boss finale, ma mi sto riferendo al fatto che imbrogliasse per tutto il tempo.

Forse vi sarà capitato di pensarlo, e magari avrete anche creduto che in realtà steste solo giustificando in qualche modo il fatto che non foste poi così bravi, ma dopo tanti anni è finalmente emerso che questi sospetti erano fondati: Street Fighter II era davvero un grande imbroglione!

Il canale Youtube Desk ha di recente pubblicato un nuovo video che illustra esattamente come la CPU barasse in Street Fighter II: analizzando il gameplay fotogramma per fotogramma, Desk ha dimostrato come la CPU possa “battere” gli attacchi dei giocatori in maniera del tutto scorretta, diventando invincibile. Per scendere un po’ più nel dettaglio, si direbbe proprio che l’IA sembra che possa entrare nello stato di God Mode in qualsiasi momento.

Il computer ignora anche la regola della carica, che invece i giocatori devono rispettare. Prendete il calcio di Guile, per esempio: alcuni giocatori devono tenere premuti i tasti per due secondi, quindi procedere premendo i tasti secondo una determinata sequenza, mentre il computer può eseguire un calcio flash senza bisogno di caricare il colpo. Ora è maleducato.

Ed ecco ora un altro dettaglio fra quelli più fastidiosi: quando il computer effettua una presa, non vi lascerà andare, non importa quanto schiacciate quei pulsanti per tentare in qualche modo di scappare. Truffare in questo modo significa che la presa di E. Honda, ad esempio, può quasi uccidervi da sola.

Et dulcis in fundo, la CPU può tranquillamente eseguire degli attacchi non bloccabili.

Il video di Desk che trovate in questo articolo merita di essere guardato da ogni fan di Street Fighter, non solo come divertente viaggio nei ricordi (o nei traumi infantili, a seconda di come abbiate vissuto le vostre esperienze di gioco Street Fighter), ma anche per scoprire questa scomoda verità.

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST