The Terror: le immagini del vero relitto protagonista della serie TV

Il mistero potrà essere forse svelato.

0

Nel 1845 due navi di esplorazione artica della Marina britannica l’ammiraglia Erebus e la HMS Terror rimasero bloccate nel ghiaccio. Di loro e del loro equipaggio non si seppe più nulla e non fu mai ritrovato alcun superstite. Ora alcuni ricercatori canadesi e inuit sono riusciti a entrare nella Terror, trovata nel settembre del 2016 sul fondo del mare al largo di King William Island, ma sempre rimasta irraggiungibile, come l’Erebus del resto, trovata due anni prima.

Le nuove immagini potrebbero fare luce sul mistero della spedizione artica considerata “il peggior disastro nella storia dell’esplorazione polare britannica”.

Sott’acqua il relitto della HMS Terror è praticamente intatto grazie alle temperature ghiacciate di Terror Bay a Nunavut, in Canada, e allo strato di limo che formandosi negli anni ha conservato mappe e strumenti.

Foto e riprese video sono state raccolte utilizzando un veicolo a gestione remota (ROV), in quella che è stata definita come “una delle più grandi e complesse imprese archeologiche subacquee della storia canadese”.

“L’impressione che abbiamo avuto è stata quella di guardare una nave abbandonata da poco dal suo equipaggio, apparentemente dimenticata dal passare del tempo”, ha dichiarato il pilota del ROV, Ryan Harris. Il team ha ottenuto immagini da oltre il 90 per cento del ponte inferiore, comprese le cabine. L’unica zona rimasta inesplorata è la zona notte.

“Spero che l’eccellente condizione della nave significhi che presto ci saranno risposte a così tante domande sul destino della spedizione Franklin”, ha dichiarato Susan Le Jeune d’Allegeershecque, Alto Commissario britannico in Canada. In base a un accordo del 2018 il Canada e gli Inuit entreranno in possesso congiunto dei nuovi reperti di HMS Terror e HMS Erebus.

Sulla spedizione nel 2018 è stata creata una serie TV di AMC, The Terror, in Italia disponibile su Amazon Prime Video.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui