Come si legge dal sito ufficiale del film, l‘elseworld del Joker è stato classificato come vietato ai minori per “forte presenza di violenza e sangue, comportamenti disturbati, linguaggio violento e brevi contenuti sessualmente espliciti”. La valutazione della pellicola non sorprende, considerata la presentazione della storia d’origine di uno dei villain più inquietanti dei fumetti.

 Il Venerdì di Repubblica, nello speciale numero di Ferragosto, ha dedicato ampio spazio sia all’intero che all’esterno (con la copertina) al Joker di Joaquin Phoenix, con la pellicola che sarà in concorso alla 76ma Mostra del cinema di Venezia.

A che Joker giochiamo

“Non è un film di supereroi, di super cattivi o di esseri umani con poteri speciali” ribadisce Joaquin Phoenix nell’intervista “sono partito da qui. Ho visto dei video che mostravano persone affette da risata patologica, una disfunzione psichica che rende incontrollabile la mimica”. Il regista Todd Phillips aggiunge:” con questo film non stiamo invitando le persone a ribellarsi. Ma cerchiamo di spiegare perché la gente potrebbe, o dovrebbe, iniziare una rivoluzione”.

USA Today ha inoltre pubblicato una nuova immagine ufficiale dal film:

Lo stand-alone elseworld del Joker è l’ultimo cinecomics previsto per quest’anno ma, come prevedibile, racconterà una storia completamente inedita, non ispirata dai tanti fumetti trattanti le origini del Joker. “Non abbiamo seguito storie già viste del Joker, abbiamo dato la nostra versione di come una persona potrebbe diventare il Joker” ha spiegato il regista Todd Philips precedentemente a Empire “Questo elemento è ciò che mi ha interessato in questo film. Non si tratta nemmeno di parlare del Joker, il protagonista è un uomo e il suo processo nel diventare una figura come quella del Joker e credo che Joaquin Phoenix sia l’attore migliore per farlo. Mentre scrivevamo la storia, avevamo una sua foto davanti e pensavamo quanto fosse stato grandioso se avesse davvero accettato il ruolo”.

“Joker” è incentrato sulla figura dell’iconico villain ed è uno standalone originale, diverso da qualsiasi altro film tratto dai comics apparso sul grande schermo fino ad ora. L’esplorazione di Phillips su Arthur Fleck (Phoenix), un uomo profondamente turbato e ignorato dalla società, non è soltanto uno studio crudo e affascinante del personaggio, ma una storia più ampia che si prefigge di lasciare un insegnamento, un monito.
Il tre volte candidato all’Oscar® Joaquin Phoenix (“The Master”, “Quando l’amore brucia l’anima”, “Il Gladiatore”) è il protagonista del film al fianco del premio Oscar® Robert De Niro (“Toro scatenato”, “Il Padrino – Parte II”) nei panni di Franklin. Fanno parte del cast anche Zazie Beetz (“Deadpool 2”), Frances Conroy (le serie TV “American Horror Story”, “Castle Rock” di Hulu), Marc Maron (le serie TV “Maron”, “GLOW”), Bill Camp (“Red Sparrow”, ” Molly’s Game”), Glenn Fleshler (le serie TV “Billions”, “Barry”), Shea Whigham (“First Man – Il primo uomo”, “Kong: Skull Island”), Brett Cullen (“42 – La vera storia di una leggenda americana”, “Narcos” di Netflix), Douglas Hodge (“Red Sparrow”, “Penny Dreadful” in TV) e Josh Pais (l’imminente “Motherless Brooklyn”, “Insospettabili sospetti”).
Il candidato all’Oscar® Phillips (“Borat”, la trilogia di “Una notte da leoni”) dirige il film da una sceneggiatura che ha scritto insieme all’autore candidato all’Oscar® Scott Silver (“The Fighter”), basato sui personaggi di DC.

L’uscita del film è prevista nelle sale per il 3 ottobre.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui