Il Trono di Spade, anche tra qualche critica, ha concluso la sua epica cavalcata su HBO raccontando eventi non ancora descritti dal ciclo di romanzi dal quale è stata ispirata. Parlando a The Observer, George R.R. Martin ha comunque precisato come questo non influenzerà in alcuno modo gli ultimi libri de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, sottolineando come stia scrivendo i libri per passione personale, non per soddisfare le aspettative del pubblico.

“Non saranno influenzati dalla serie, il finale della serie non ha cambiato nulla nei miei piani originali” spiega Martin “So già che lo svolgimento non potrà piacere a tutti, quindi punto per prima cosa a farlo piacere a me stesso. La serie televisiva non è stato di certo un fattore positivo per me, ogni giorno mi sedevo per iniziare a scrivere, anche quando le giornate non erano delle migliori, e alla fine mi sentivo terribilmente frustrato perché magari avevo scritto solo tre pagine invece di quaranta come mi ero prefissato. Il successo della saga mi ha privato anche di piccoli piaceri quotidiani, come andare a qualche festa o vagare per gli scaffali delle librerie, sicuramente una delle mie cose preferite. La popolarità ha sicuramente i suoi vantaggi, ma anche molti lati negativi”.

Il nome di George R.R. Martin in ogni caso, a dispetto di quanto lui lo voglia davvero, continuerà a rimanere popolare grazie a prossimi spin-off de Il Trono di Spade. Questa la  sinossi attualmente diffusa del primo spin-off che verrà lanciato, attualmente conosciuto come The Long Night:

La serie narrerà i fatti successi migliaia di anni prima degli eventi della serie originale e la serie racconterà la discesa del mondo dall’età d’oro degli Eroi alla sua ora più buia. E solo una cosa è certa: dagli orripilanti segreti della storia di Westeros ai misteri dell’Est, agli Stark… non è la storia che pensiamo di conoscere…

Il personaggio  della Watts è descritto come “una donna carismatica aristocratica che nasconde oscuri segreti”, facendo intuire come la Watts andrà ad interpretare una donna membro di una delle più importanti casate. I dettagli al momento restano però insufficienti per stabilire quale sia l’effettivo ruolo dell’attrice, nominata ai BAFTA, agli Screen Actors Guild Award e al Premio Oscar alla miglior attrice per la sua performance nel dramma 21 grammi. Nel cast anche Josh Whitehouse, Miranda Richardson, Jamie Campbell Bower, Toby Regbo, Georgie Henley, Alex Sharp, Naomi Ackie, Marquis Rodriguez, John Simms, Richard McCabe, John Heffernan e Dixie Egerickx.

In merito allo sviluppo di altri progetti invece, è intervenuto tempo fa George R.R. Martin: “Erano stati pianificati per la HBO cinque progetti relativi al mondo di Game of Thrones, non mi piace però chiamarli spin-off; tre di loro stanno progredendo bene con la produzione” le parole dell’autore sul suo blog “Quello che io non ipotizzo si chiami The Long Night inizierà le riprese verso la fine dell’anno, mentre gli altri due stanno concludendo la fase dedicata alla sceneggiatura. Quale sarà la loro trama? Non posso dirlo, ma consiglio ai fan di prendere in mano una copia di Fuoco e Sangue e iniziare ad elaborare teorie”. Uno degli spin-off, quello affidato a Bryan Cogman (co-produttore esecutivo di Game of Thrones) è stato però accantonato.

 

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui