Bonelli, uscite della settimana 29 luglio – 4 agosto 2019

Otto gli appuntamenti in edicola per la casa editrice milanese in questa settimana a cavallo tra i mesi di luglio e di agosto.

0

Meno 5 alla meteora: per Dylan Dog l’Incubo si fonde con l’Impossibile nell’albo numero 395 della serie regolare a cadenza mensile di Dylan Dog, “Del tempo e di altre illusioni”. Disponibile dal 30 luglio, l’albo ha soggetto, sceneggiatura e disegni di Carlo Ambrosini con copertina di Gigi Cavenago. Come si può distinguere cosa è vero e cosa non lo è quando il tessuto stesso della realtà inizia a lacerarsi e Dylan Dog si ritrova ad aver a che fare con l’impossibile? E che cosa ha a che vedere con tutto ciò un misterioso bambino cieco che incrocia la pista dell’Old Boy a più riprese?

Un uomo di colore è accusato di omicidio. La giovane Julia indaga, sarà veramente lui il colpevole o è il colore della sua pelle a renderlo ingiustamente sospettato? La risposta nello Speciale Julia numero 5, albo a cadenza annuale dal titolo de “Il caso delle tre X”. Disponibile dall’ultimo giorno di luglio, il volume conta 128 pagine con soggetto di Giancarlo Berardi, sceneggiatura dello stesso Berardi e di Lorenzo Calza, disegni di Luigi Copello, copertina di Cristiano Spadoni e colori firmati da Gloria Martinelli e Spartaco Lombardo. Il condominio XXX è una torre di Babele in un quartiere operaio. Asheley, un giovane scapestrato di colore, abita qui ed è accusato di omicidio. L’avvocatessa Klara Biener ha dedicato la sua vita alla difesa dei diritti civili delle minoranze ed è decisa a difenderlo, con l’aiuto di Julia.

Un laconico messaggio informa Zagor che Gambit sta per cacciarsi nei guai: questo l’antefatto de “La vendetta di Gambit”, albo numero 9 della serie semestrale Color Zagor, che arriverà nelle edicole italiane a partire dal primo giorno di agosto in formato 16×21 centimetri con 128 pagine ovviamente a colori. La vecchia amica dello Spirito Con la Scure si è diretta a Golden Island, un’isola sul fiume Ohio frequentata da pistoleri e avventurieri, in cui sorge un complesso di case da gioco noto come “la città del peccato”. Tra le bische dell’isola si nasconde un uomo dall’identità misteriosa, che Gambit cerca da tempo… e con cui ha un vecchio conto da saldare. L’albo ha soggetto di Jacopo Rauch, sceneggiatura a firma dello stesso, disegni di Massimo Pesce, copertina di Alessandro Piccinelli con colori affidati a GFB Comics.

Il mondo può essere pieno di insidie per un giovane in difficoltà e ciò risulterà evidente in Julia 251, “Dov’è Luke?”. Il mensile arriverà nelle edicole dal 1° agosto con soggetto di Giancarlo Berardi, sceneggiatura dello stesso Berardi e di Lorenzo Calza, disegni di Claudio Piccoli e copertina a firma di Cristiano Spadoni. Julia indaga sull’improvvisa scomparsa di Luke, un ragazzo autistico appassionato di musica e disegno, la nostra criminologa dovrà trovarlo prima che si metta nei guai.

La minaccia del ritorno di Hellingen si fa sempre più tangibile e Zagor non può permettere che accada, come risulterà evidente ai lettori di Zagor 649. Il mensile, intitolato “I discepoli”, sarà in edicola dal 2 agosto con testi di Moreno Burattini, disegni del duo Gianni Sedioli e Marco Verni e copertina di Alessandro Piccinelli. Jupiter Quaritch, l’ex assistente di Hellingen, ha radunato un gruppo di scienziati che si definiscono “I discepoli”, tutti decisi come lui a riportare sulla Terra il folle professore grazie agli apparecchi degli Akkroniani. Zagor e Tonka scoprono dove costoro, protetti da un gruppo di miliziani, intendono condurre il loro esperimento. In un sotterraneo, infatti, la “vasca della resurrezione” che già una volta aveva ridato vita a Hellingen viene rimessa in funzione.

Kurjak è stato attirato nel vortice della guerra: eroe, traditore o preda? La risposta ne “I Grandi Antichi”, albo numero 233 della serie mensile di Dampyr, che sarà disponibile per il grande pubblico da sabato 3 agosto con testi di Mauro Boselli, disegni di Maurizio Rosenzweig e copertina a firma di Enea Riboldi. Un manipolo di eroi difende l’avamposto di Khandaria dall’Armata del Caos di Alastor e dai terribili Grandi Antichi: Mordiggian, Shub-Niggurath, Yog-Sototh, nomi che solo menzionandoli incutono terrore! Ma il più terribile di tutti è colui che muove i fili: Nyarlathotep, il quale ha un rapporto speciale con Kurjak e il parassita che vive dentro il suo corpo. Da che parte starà Kurjak nello scontro finale? Sacrificherà gli amici e il mondo o sacrificherà sé stesso?

Cosa è successo alla spedizione che Mister No ha portato nella giungla, dopo che tutti sono finiti nelle mani di una bellicosa tribù di Indios? La risposta nell’albo numero 2 della nuova serie mensile Mister No – Le nuove avventure, che sarà intitolato “Acque morte” e che sarà in edicola dal 3 del mese di agosto. Il Nostro deve lottare per la propria vita e, allo stesso tempo, cercare di convincere i riluttanti indigeni del fatto che restando sulla loro terra corrono un pericolo mortale. Mentre altre figure misteriose fanno capolino nel mezzo della foresta amazzonica. L’albo ha soggetto e sceneggiatura di Luigi Mignacco, disegni di Massimo Cipriani e Roberto Diso e copertina a firma di Fabio Valdambrini.

«Tre frecce nere… le frecce della morte… intorno a una testa di bisonte!… Un messaggio molto chiaro!»: con questa citazione è presentato sul portale della Sergio Bonelli Editore il quattordicinale Tex Classic 64, la ristampa delle avventure del ranger in camicia gialla. Di ritorno alla riserva Navajos, Tex, Kit e Tiger si imbattono in una vecchia sciamana indiana di nome Na-ho-mah che, grazie ai suoi poteri, li mette in guardia su di un grave pericolo che incombe su di loro. A minacciarli è un indiano di nome Tahzay, figlio di Talikay, il vecchio sacerdote del sanguinario culto del bisonte bianco sconfitto da Aquila della Notte nel corso di una precedente avventura. Nonostante in un primo momento l’avversario riesca a catturare Tiger, Tex lo libera portandolo in salvo. Braccati dai guerrieri di Tahzay i nostri devono rifugiarsi fra delle antiche rovine al centro delle quali sorge una tigre di pietra che, però, nasconde terrificanti pericoli mortali. “Na-ho-Man, la strega”, questo il titolo dell’albo, è previsto in edicola per venerdì 2 agosto con testi di Gianluigi Bonelli, disegni e copertina di Aurelio Galleppini e colori affidati a GFB Comics.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui