E’ morto Luciano De Crescenzo

Fatale una polmonite.

Il popolare artista avrebbe compiuto 91 anni tra circa un mese. Lo ricorderemo come uno dei pochi personaggi veramente poliedrici, che hanno saputo dare un contributo di rilievo in molti campi delle arti: scrittore, regista e interprete di film cult come “Così parlo Bellavista” e “32 dicembre”.

De Crescenzo ha lavorato per vent’anni all’Ibm Italia, ma poi la sua passione ha avuto il sopravvento e così nel 1977 ha pubblicato per Mondadori “Così parlo Bellavista”.

Ma solo dopo aver partecipato ad una trasmissione di Maurizio Costanzo decide di rinunciare al posto fisso per intraprendere una carriera poliedrica, che lo ha visto pubblicare una cinquantina di libri, vendendo 18 milioni di copie nel mondo.

Inoltre, ha scritto, diretto e interpretato quattro film: “Così parlò Bellavista” nel 1984, “Il mistero di Bellavista”, il sequel girato l’anno seguente, poi “32 dicembre” nel 1988 e “Croce e delizia” nel 1995. Da attore è stato diretto, tra gli altri, da Renzo Arbore nel film “Il pap’occhio” nel 1980 e da Lina Wertmüller in “Sabato, domenica e lunedì” nel 1990.

Ma è stato anche un valido presentatore televisivo e divulgatore in ambito classico, con alcune trasmissioni dedicate al mito greco.

COMMENTA IL POST