Kyoto Animation: incendio allo studio causa morti e feriti

Fondato nel 1981, lo studio è noto agli appassionati di anime in tutto il mondo per serie quali K-On!, La Malinconia di Haruhi Suzumiya, Free! e il recente Violet Evergarden.

0

Nella mattinata di Giovedì 18 Luglio è scoppiato un incendio al palazzo che ospita lo studio 1 della casa di produzione Kyoto Animation, sito vicino la Rokujizo Station a Uji City (Kyoto).

L’incendio è  di natura dolosa e la polizia locale ha fermato il sospettato, un uomo giapponese sulla quarantina, che in seguito ha ammesso di aver appiccato il fuoco. Avrebbe usato un liquido simile a benzina.

Al momento dello scoppio nell’edificio, dove si svolge la maggior parte della produzione della compagnia, erano presenti circa 70 persone: la Polizia e i Vigili del Fuoco hanno confermato 33 decessi e 36 feriti.

Su Twitter il musicista Suguru Yamaguchi (Tamako Market) ha confermato che la regista Naoko Yamada (K-On!, A Silent Voice, Sound! Euphonium) non è rimasta coinvolta nell’incendio.

La compagnia è stata fondata dal Yoko Hatta con il nome Kyoto Anime Studio nel 1981, con il marito Hideaki Hatta come presidente.

Da allora lo studio ha partecipato alle lavorazioni di molte produzioni ben note, come Lamù, Macross, Dirty Pair e Neon Genesis Evangelion; tuttavia ha raggiunto la notorietà, anche a livello internazionale, per la produzione di anime quali La Malinconia di Haruhi Suzumiya, K-ON!, Free!, Sound! Euphonium, A Silent Voice e Violet Evergarden.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui