Dragon Ball Super: Kid Bu ha sempre avuto un’aura divina

Svelato un rilevante retroscena su uno dei più forti personaggi ideati da Akira Toriyama in Dragon Ball, Kid Bu.

2

All’interno della versione manga di Dragon Ball Super l’attuale arco narrativo de “Il Prigioniero della Pattuglia Galattica” sta sempre più incarnando quelle sensazioni storiche della Saga di Majin Bu in Dragon Ball Z e il recente capitolo, pubblicato su V-Jump e MANGA Plus, ha rivelato un interessante retroscena inedito su Kid Bu.

La versione più piccola, più malvagia e più potente del villain ha da sempre posseduto un “Ki” (aura) divino, ma Akira Toriyama e Toyotaro hanno fatto luce su questo mistero solo nel capitolo 49 di Dragon Ball Super in occasione dello scontro tra Moro, il cattivo principale dell’arco, e il Grande Kaioshin (assorbito in precedenza da Bu e ora di nuovo libero alle prese con un secondo duello con il cattivone).

Moro è un essere vivente secolare ed era stato sconfitto dal Grande Kaioshin, prima di essere assorbito da Majin Bu, mediante un incantesimo di sigillo. Successivamente Moro è riuscito a fuggire dal sigillo ed ecco perchè Majin Bu è importante per l’arco, ovvero perchè dentro sè possiede il potere del Kaioshin e la sua estrazione potrebbe portare di nuovo la pace… ma i piani non sembrano andare verso questa direzione.

La risposta all’intoppo si rifà proprio al fatto che il Grande Kaioshin non è riuscito a ricorrere allo stesso incantesimo di sigillo verso Moro usato secoli prima poichè la tecnica è generata dal potere divino e il Dio non lo possiede più dal momento in cui è stato assorbito da Bu.

Nel capitolo, in più, si apprende la spiacevole notizia secondo la quale proprio nel momento in cui Bu si è scisso in parte buona e parte cattiva, solo quest’ultima (quindi Kid Bu) ha ereditato il potere divino del Kaioshin, mentre la parte buona ne ha preso solo la fisicità grassa. C’è da immaginare il grande stupore dei Saiyan nell’apprendere tale notizia, soprattutto quando ai tempi di Dragon Ball Z il concetto di divinità non era così ricorrente come adesso.

Ecco spiegato perchè nè Bu (versione buona) e nè il Kaioshin ad oggi sono riusciti ad assorbire Moro. Il potere dell’incantesimo lo ha sempre posseduto Kid Bu, ma come noto è stato già sconfitto anni prima dai nostri eroi (nel capitolo Toyotaro dedica una pagina intera sul flashback storico della sconfitta di Kid Bu per mano della Sfera Genkidama di Goku). Pertanto, ora, sarà compito di Goku e Vegeta cercare di abbattere la nuova minaccia che ha in serbo ancora un terzo desiderio da esprimere con le Sfere del Drago.

Il 2 agosto in Giappone uscirà il volume numero 10 di Dragon Ball Super. L’edizione italiana del manga è edita da Star Comics e il volume numero 8 è atteso nel nostro Paese per il 24 luglio.

Dragon Ball Super è una serie animata giapponese, prodotta da Toei Animation, trasmessa in Giappone su Fuji Television la quale si pone come seguito alla sconfitta di Majin Bu. La serie si è conclusa con l’episodio numero 131 (Una conclusione miracolosa! Addio Goku, fino al giorno in cui ci rivedremo di nuovo!). La programmazione italiana dell’anime si è arrestata all’episodio 76.

Il sequel diretto della serie anime è il 20° film animato del franchise, Dragon Ball Super: Broly uscito il 28 febbraio con Koch Media Italia e Anime Factory.

La versione manga è realizzata a cadenza mensile, ideata e sceneggiato da Akira Toriyama e disegnata da Toyotaro. Il manga è serializzato su V-Jump (Shueisha) dal 20 giugno 2015 ed è attualmente giunto al capitolo 49, con i primi 44 scritti raccolti in 9 volumi. Il manga sta in questo momento affrontando l’arco narrativo Universal Survival (Torneo del Potere).

L’edizione italiana del manga è affidata a Star Comics con i primi 7 volumi già disponibili per l’acquisto.

2 Commenti

COMMENTA IL POST