Stando a quanto recentemente riportato da Deadline, X-Men: Dark Phoenix (film che, nel bene o nel male, sta facendo parlare di sé) era stato progettato per essere sviluppato su due film, non diversamente da quanto fatto con Harry Potter e i Doni della Morte o Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame. In fase di pre-produzione però, il regista Simon Kinberg ha poi utilizzato un solo film per raccontare la storia.

Cambiamenti, inoltre, anche per quanto riguarda il finale, come svelato dallo stesso regista: “La ragione per cui ho voluto sistemare delle cose risiede nel fatto che, questo film, non solo doveva essere il culmine della storia di questa famiglia, ma anche come questa stessa venga distrutta” le parole di Kingberg a io9 “Stanno affrontando un trauma serio, il più grande che abbiano mai affrontato. Originariamente però, ci si focalizzava più sulla divisione, ma nel guardarlo da solo o con altre persone durante le proiezioni di prova, la sensazione era di voler vedere un gruppo unito nel finale, dopo tutto ciò che era stato affrontato insieme. Non abbiamo mai terminato di produrre quel finale e non importava di quanto ci saremmo allontanati da questi piani iniziali, perché c’era la sensazione che mancasse unità e la chiusura di un cerchio e questa è stata la spinta maggiore per effettuare i cambiamenti”.

Come sappiamo, la trama è incentrata prevalentemente su Jean Grey e la sua instabilità dovuta all’acquisizione di straordinari poteri: il suo mentore, Charles Xavier, si troverà a fare i conti con scelte passate proprio riguardanti Jean e, soprattutto, di alcuni lati della sua personalità che potrebbero farlo cedere al “lato oscuro”. In una precedente intervista a Comicbook, l’attore James McAvoy si è soffermato su questo aspetto.

“Ho sempre pensato che il tallone d’Achille di Charles, o quello che potrebbe essere potenzialmente il suo più grande tallone d’Achille, sia il suo ego, la sua vanità. Questo è sicuramente un aspetto che gli si pone davanti nel film, specie per la situazione che si è creata: è un politico, più che un maestro, un leader e un sostegno per i suoi ragazzi, come in passato”.

X-Men: Dark Phoenix, l’ultimo capitolo della saga dedicata ai celebri mutanti che hanno popolato i fumetti Marvel, arriva al cinema il 6 giugno distribuito da 20th Century Fox. Scritto e diretto da Simon Kinberg, il nuovo episodio è intepretato da Sophie Turner, James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Nicholas Hoult, Tye Sheridan, Alexandra Shipp e Jessica Chastain.

Questo atteso episodio è la storia di uno dei personaggi più amati della saga degli X-Men, Jean Grey, che si evolve nell’iconica  DARK PHOENIX. Nel corso di una pericolosa missione nello spazio, Jean viene colpita da una potente forza cosmica che la trasforma in uno dei più potenti mutanti di tutti i tempi. Lottando con questo potere sempre più instabile e con i suoi demoni personali, Jean perde il controllo e strappa qualsiasi legame con la famiglia degli X-Men, minacciando di distruggere il pianeta. Il film è il più intenso ed emozionante della saga, mai realizzato prima. È il culmine di vent’anni di film dedicati agli X-Men, la famiglia di mutanti che abbiamo amato e conosciuto deve affrontare il nemico più devastante: uno di loro.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui