One Piece: il manga rivela il triste destino di un personaggio

Rivelazione sconvolgente tra le fila dei pirati prigionieri di Kaido.

ATTENZIONE: L’articolo contiene SPOILER.

Una certa leggenda di One Piece narra che il capitolo numero 944 del manga debba essere quantomeno tragico e catastrofico. In origine si pensava alla morte di Roronoa Zoro, ma non è stato così. Tuttavia qualcosa di tragico è accaduto davvero e il triste destino si è palesato in Killer, uno dei componenti della ciurma del capitano Kidd.

Nelle recenti battute dell’arco narrativo di Wano Country, Eiichiro Oda ha deciso di riportare attenzione nella cava dei prigionieri dove è presente Rufy. Dopo essere fuggito a scappare, veniamo ad apprendere che lo stesso Kidd è stato riportato in cella ed insieme a lui vi è finito un suo grande compagno di ciurma, Killer.

Rufy è sconvolto nel vedere Kidd di nuovo in manette, ma lo è ancora di più quando veniamo a sapere la modalità tramite la quale Killer è stato reso schiavo e del triste destino che gli si è abbattuto.

La ciurma di Kidd, in precedenza, era stata fermata e conquistata da Kaido, l’Imperatore dei Mari che controlla Wano, ed in quella occasione lo stesso Killer è stato costretto a mangiare un infetto Frutto del Diavolo Artificiale, ovvero lo SMILE.

Abbiamo appreso nelle recenti pubblicazioni del manga che i Frutti SMILE infetti precludono ogni possibilità di esclamare o provare dolore e tristezza, ma solo sorrisi in ogni occasione e in ogni momento. In altre parole, coloro che mangiano un infetto SMILE è costretto a sorridere per sempre, nonostante il dolore provato.

Scopriamo che lo stesso Killer era stato anche reso schiavo per i comodi di Kaido e Orochi e il suo nome era stato ribattezzato in Hitokiri Kamazo. Kamazo era apparso qualche capitolo fa intento a ferire Zoro, sempre sotto ordine e minaccia dei suoi nuovi superiori malvagi, subendo una sconfitta celere.

Questa sconfitta lo ha costretto a finire in prigione ed è qui che apprendiamo effettivamente che il triste destino di Killer è stato quello di divenire schiavo dei suoi stessi nemici con la negazione di provare ogni dolore o tristezza.

Kidd, suo compagno di ciurma e lo ribadiamo, va su tutte le furie, ma non può nulla al momento poichè ammanettato e costretto a subire immersioni acquatiche come punizione per l’evasione. La rivoluzione però è vicina e la vendetta dei nostri eroi sarà molto violenta.

ONE PIECE è un manga scritto e disegnato da Eiichiro Oda all’interno della rivista di Weekly Shonen Jump (Shueisha) dal 1997. Attualmente giunta a 945 capitoli, in Giappone il manga ha collezionato ben 92 volumetti.

In Italia il manga è edito da Edizioni Star Comics e ad oggi sono disponibili i primi 89 volumi.

La serie animata omonima che sta trasponendo l’arco narrativo del Reverie ha raggiunto gli 889 episodi ed è trasmessa ogni domenica. In Italia, licenziata da Mediaset, la serie animata è ferma all’episodio 578.

Hollywood sta producendo una serie televisiva live action con attori reali in carne ed ossa.

One Piece nel 2019 festeggia il 20° anniversario dalla prima messa in onda dell’anime e, in occasione, il 9 agosto 2019 sarà pubblicato nei cinema giapponesi il lungometraggio One Piece: Stampede. Cliccate qui per rivedere il recente trailer e qui l’ultima key visual da parte di Eiichiro Oda.

COMMENTA IL POST