Per ridare forza ai poteri magici druidici, i Servi di Cromm devono compiere un sacrificio umano e la vittima designata è lo Spirito con la Scure. Prende così il via l’albo numero 647 della serie mensile di Zagor, “La vittima sacrificale”, in edicola dal 4 giugno con soggetto e sceneggiatura di Moreno Burattini, disegni firmati Esposito Bros. e copertina di Alessandro Piccinelli. Zagor scopre il maniero in cui l’Araldo di Cromm ha il suo covo e dove prepara i suoi piani di riscossa. Penetrato all’interno, dopo aver affrontato gli adepti della setta, viene però fatto prigioniero e torturato. Dalla viva voce dello stesso Araldo scopre l’incredibile verità circa il motivo per cui i Servi di Cromm lo volevano catturare vivo. Sottoponendolo a un rito come vittima sacrificale destinata al dissanguamento, gli irlandesi sono convinti di poter finalmente accedere ai poteri magici dei druidi, di cui finora avevano scoperto soltanto pochi sortilegi, con i quali mettere in atto il loro proposito di ricreare l’antica civiltà celtica non solo in Irlanda ma anche in America. Nulla sembra impossibile a chi possiede la magia. La promessa di donare grandi poteri alla setta in cambio di un sacrificio umano viene fatta da un’entità sovrumana che Zagor già conosce… e che ha stretto sodalizio con i Servi di Cromm. In omaggio col volume il poster di Zagor.

Due sorelle da salvare e un viaggio nel mondo onirico di Lovecraft sono i protagonisti di Dampyr 231, “La città dell’Uomo Nero”, in edicola dal 5 giugno. La poliziotta Michelle e la succuba Eisheth hanno qualcosa in comune: salvare una sorella. Ma mentre Carmen Duprez è prigioniera del vampiro Baron Samedi, la bionda succuba Agrat, alias Madame Ingrid, è scomparsa chissà dove. Chi conosce il suo destino? Lo stesso Baron Samedi? Oppure il portatore della Pallida Maschera, alias Emil Kurjak? Quando C-Mell, la donna-gatto, ritroverà la memoria, forse potrà condurre gli audaci viaggiatori del sogno verso Ulthar, la città dei gatti, dominata dal Tempio dei Grandi Antichi, e verso la città dalle torri di basalto, Dylath Leen, su cui regna l’Uomo Nero. Il mensile, che offrirà in omaggio ai lettori il poster di Dampyr, ha testi di Mauro Boselli, disegni di Nicola Genzianella e copertina di Enea Riboldi.

Una mostruosa piaga torna a minacciare l’Erondàr in Dragonero 73, “L’invasione delle tenebre”. Il mensile, in uscita l’8 giugno, ha soggetto e sceneggiatura di Luca Enoch, disegni di Gianluigi Gregorini e copertina di Giuseppe Matteoni. “Nughrachava”, la “voragine di tenebra”, attraverso la quale gli Abominii cercano di entrare nel mondo di Dragonero. Una minaccia che ciclicamente torna a spargere terrore ma che questa volta ha qualcosa di diverso, qualcosa che costringerà Ian, affiancato da Gmor e Aura, a prendere difficili decisioni. In regalo con l’albo il numero zero di Odessa, la nuova serie science-fantasy di Sergio Bonelli Editore, e il poster di Dragonero.

Margie e il piccolo Tim sono prigionieri dei nemici di Bowen in Tex 704, “Spalle al muro”. Il sangue del fratello di Lulah sta per ricadere sul suo assassino. Per quanto Bowen cerchi di cambiar vita, il suo passato di killer è come un macigno e rischia di spezzare l’unico legame sincero rimasto nella sua esistenza di fuggiasco, quello tra lui e il giovane Tim Mitchell.  Ora Tim e Margie sono in mano ai suoi nemici. Per salvarli Bowen è costretto a ritornare un criminale e a tradire mister Gartside. Ma Tex e Carson sono sulle sue tracce. Il mensile, atteso per sabato 8 giugno con testi di Pasquale Ruju, disegni di Gianluca Acciarino e copertina di Claudio Villa, offrirà in omaggio ai lettori il poster e gli adesivi di Tex.

Tre gli appuntamenti settimanali con le ristampe. Si comincia con Storia del West, che dal 4 giugno vedrà disponibile in edicola il suo albo numero 3: nei primi anni del 1800, i territori dell’Ohio e dell’Indiana iniziano a popolarsi di coloni. La convivenza con gli indiani non è semplice, anche perché le autorità sembrano favorire gli scontri. Il mensile, intitolato “La grande vallata”, ha testi di Gino D’Antonio, disegni dello stesso D’Antonio, di Renzo Calegari e Renato Polese, copertina sempre di Gino D’Antonio e colori affidati a GFB Comics. In cerca di pace e tranquillità, Brett si trasferisce insieme alla famiglia nella valle dell’Ohio, tra infinite distese di boschi. Apre un trading post sulla sponda del Blue River per commerciare legalmente con gli indiani. Ma presto deve affrontare le minacce di loschi trafficanti oltre alla crescente tensione tra indiani e bianchi, che hanno iniziato a colonizzare quelle terre senza porsi tanti scrupoli. L’esercito non interviene e le autorità iniziano a proporre iniqui trattati alle tribù.

Un angelo caduto, il diavolo come vicino di casa e un itinerario turistico… da incubo: ecco in breve il contenuto del numero 77 della bimestrale Dylan Dog Grande Ristampa, atteso per il 6 giugno con copertina di Corrado Roi, 228 pagine e tre storie. La prima è “Il cielo può attendere” (Soggetto e sceneggiatura: Michele Masiero; Disegni: Corrado Roi): non è affatto facile il mestiere di angelo, stiamo parlando di un vero angelo, con ali, tunica e aureola, specie se ci si ritrova a vivere in un mondo malvagio come il nostro. Può persino accadere di essere rapito e mutilato delle preziose ali. Insomma, al di fuori del paradiso è un vero inferno! A chi può rivolgersi un angelo per tornare a casa se non all’Indagatore dell’incubo?; La seconda storia è “L’inquilino misterioso” (Soggetto e sceneggiatura: Michele Masiero; Disegni: Giovanni Freghieri): Rhonda Mitchell è una bella ragazza con un grosso problema, è convinta che il Diavolo abiti nel suo condominio. In effetti, sotto l’apparente tranquillità di quell’anonimo palazzo di periferia, si nasconde qualcosa di tenebroso. Rhonda stessa è stata testimone oculare di inspiegabili avvenimenti: bambole che si animano, elettrodomestici che impazziscono. Ora, dopo il fallito intervento dell’esorcista di quartiere, Rhonda, a nome di tutti gli altri condomini, va a chiedere aiuto all’unica persona in grado di chiarire il mistero: Dylan Dog; La terza e ultima storia dell’albo è “Nightmare Tour” (Soggetto e sceneggiatura: Pasquale Ruju; Disegni: Maurizio Di Vincenzo): Dylan diventa, suo malgrado, un’attrazione turistica. Un tour operator ha avuto, infatti, l’idea di organizzare un itinerario a tappe sui luoghi dove sono avvenuti i più efferati delitti dei quali si è dovuto occupare l’Indagatore dell’Incubo… se ne pentirà amaramente.

Ultimo appuntamento della settimana con le ristampe è quello del 7 giugno con Tex Classic 60, “La valle del bisonte”. Sfuggito per un soffio alla giustizia di Tex, l’ex generale sudista Quantrel, ladro e trafficante d’armi, ribalta lo scontro a suo favore e, dopo una lunga e sanguinaria sparatoria, durante la quale il ranger vende cara la sua pelle, riesce infine a catturarlo. Consegnato a Bisonte Nero, capo di una tribù di indiani Shoshones, Aquila della Notte è legato al palo dei supplizi per essere torturato a morte quando, a salvarlo in extremis, è il provvidenziale intervento di Piccolo Falco. Scoperti, padre e figlio dovranno combattere duramente fianco a fianco in quella che potrebbe tramutarsi nella loro ultima battaglia. Il quattordicinale ha soggetto e sceneggiatura di Gianluigi Bonelli, disegni e copertina di Aurelio Galleppini e colori firmati da GFB Comics.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui