Swamp Thing: il nuovo trailer

La serie, esclusiva per il servizio streaming DC, non dovrebbe appartenere allo stesso universo creato da Titans.

0

Swamp Thing debutterà alla fine del mese, portando sul servizio streaming DC Universe qualcosa di diverso da quanto visto con Titans: in una recente intervista a Comicbook, l’attore e stuntman Derek Mears (controparte di Alec Holland, Swamp Thing) ha rivelato infatti come gli spettatori non dovrebbero aspettarsi di vedere una “classica” serie tv sui supereroi.

“Nella serie in generale, sono contento di non aver mai sentito pronunciare la parola supereroe. Ovviamente, è presente in un certo senso il concetto di eroe, ma ciò che si sta cercando nella serie è quel lato dark e horror, che mi ha subito entusiasmato molto perché differenzia Swamp Thing dal resto delle serie supereroistiche. E’ una storia d’origine e di crescita per Alec Holland, sta cercando di capire come è diventato una creatura della palude. Si chiede: ‘Cosa sta succedendo? Chi sono?’ E’ una storia personale che vediamo anche attraverso gli occhi di Alec”.

Di seguito, il nuovo trailer della serie e la sinossi diffusa:

“Quando la ricercatrice del CDC Abby Arcane torna nella sua casa d’infanzia a Houma, in Louisiana, per indagare su un virus mortale emanato dalla palude, sviluppa un sorprendente legame con lo scienziato Alec Holland scoprendo presto come il luogo nasconda misteri terrificanti. Inspiegabili e raccapriccianti orrori emergono dalla torbida fanghiglia della palude, e  nessuno è più al sicuro”.

Come precedentemente riportato, la serie è stata riorganizzata per essere composta da soli 10 episodi, invece dei 13 inizialmente previsti, con le riprese che si concluderebbero entro il prossimo maggio. Secondo il The Hollywood Reporter, la scelta di Warner Bros. TV sarebbe stata dettata da “divergenze creative” tra i produttori della serie e il servizio streaming. Sempre lo Star-News riporta inoltre di un post “amaro” (subito cancellato) su Instagram dell’attrice  Virginia Madsen, delusa per la decisione presa.

Ad interpretare Abby Arcane nella serie è Crystal Reed ( Sofia Falcone in Gotham e per quello e  Allison Argent  in Teen Wolf e descritta come “la nipote del Dr. Anton Arcane, svilupperà con Holland un rapporto intimo nella seconda metà della prima stagione”) mentre l’altro protagonista, Alec Holland (descritto come “uno scienziato trasformatosi, dopo un esperimento, in un essere collegato alla piante della sua palude”) sarà portato sul piccolo schermo da Andy Bean.  Il suo alter-ego “mostruoso”  invece, Swamp Thingverrà interpretato da Derek Mears, attore in Venerdì 13 e alieno Kree in Agents of S.H.I.E.L.D.

Nel cast anche Will Patton (Halloween, The Punisher) nel ruolo di  Avery Sunderland, uomo d’affari e sempre pronto ad opere caritatevoli. Dietro questa maschera però, si nasconderebbe una terrificante ossessione per la palude e il desiderio di sfruttare la sua influenza per guadagni personali.

Virginia Madsen sarà invece la moglie del magnate. La presenza di Abby Arcane farà acutizzare nella donna il dolore per la perdita della figlia Shawna, coinvolgendola nei misteri sovrannaturali che emergono dalla palude. L’attrice, candidata al premio Oscar alla miglior attrice non protagonista nel 2005, ha recitato nella sua lunga carriera in film come Haunting – Presenze e Cappuccetto rosso sangue, prendendo parte anche a serie televisive quali Le streghe dell’East End e American Gothic.

Jeryl Prescott sarà Madame Xanadu, descritta come “una maga secolare che si trova suo malgrado a dover confrontarsi con le crescenti forze sovrannaturali che affliggono una piccola cittadina della Louisiana. Indovina cieca con poteri magici, le sue intenzioni sono buone nonostante i suoi metodi, delle volte, non siano del tutto ortodossi”.  L’attrice è nota per i ruolo in The Walking DeadModern Family e Powers.

Maria Sten sarà Liz Tremayne, una giornalista e vecchia amica di Abby che cerca di svelare i misteri che si stanno abbattendo sulla sua città, mentre un altro personaggio che dovrebbe essere presente risponde al nome di Matt Cable, lo sceriffo 30enne della città ed ex fidanzato di Abby (descritto come un bravo ragazzo con evidenti problemi di rabbia). Il villain invece, astuto e molto intelligente, sarà sui 40 e i 50 anni con un modello di fisionomia simile a Lawrence Fishburne o Jeff Goldblum.

Presente anche Ian Ziering, conosciuto per il suo ruolo nel franchise di Sharknado come guest star della prima stagione della serie, andando ad interpretare il frustrato attore David Cassidy, descritto come “un attore caduto in rovina dopo il successo ottenuto con il ruolo di Blue Devil“. Di seguito, anche il poster fittizio del film realizzato dal personaggio nella serie:

Nei fumetti, l’attore rimane poi incastrato nel costume di scena a causa dell’incontro col demone Neron che, scambiandolo per un altro demone, tenta di rubargli i poteri. Successivamente, David inizia la sua attività da supereroe e, incontrando di nuovo Neron, viene trasformato in un vero demone.

In precedenza, durante un’ intervista focalizzata su The Nun invece,  lo sceneggiatore del film e di Swamp Thing Gary Dauberman ha avuto modo di rivelare ai fan in cosa questo nuovo adattamento differenzia dai precedenti, parlando inoltre del tono “dark” e dell’ approccio da prodotto vietato ai minori.

“Abbiamo cercato di rendere Swamp Thing il più vietato ai minori possibile, di rappresentare in maniera violenta e cruda i temi da adulti del fumetto e di renderlo il più spaventoso possibile” le parole di Dauberman a SlashFilm “Dato che la serie sarà esclusiva del servizio streaming DC, siamo stati maggiormente spinti ad andare in questa direzione, anche se devo dire che la strada intrapresa dal team creativo era già estrema a prescindere. Ci siamo ispirati pienamente al lavoro di Alan Moore su Swamp Thing e questo ha dato una spinta a tutto il progetto. Chi conosce il fumetto sa quindi che stiamo parlando di una serie strana, spaventosa e che si spinge al limite. Volevamo a tutti i costi essere all’altezza dello standard creato da  Moore negli anni ’80”.

Lo sceneggiatore parla anche del costume del personaggio, diverso da quanto visto in precedenza: “E’ incredibile cosa Justin Raleigh e i ragazzi di Fractured stanno facendo con il costume, è coerente col personaggio e con l’idea della mutazione, piuttosto che sembrare semplicemente un uomo travestito”.

Le parole dello sceneggiatore smentiscono dunque i report precedentemente trapelati, che volevano il live-action lontano dal tono “dark” di Titans e più vicino a quello fiabesco.

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST