X-Men: i piani per la Nuova Era di Jonathan Hickman

Rivoluzione in casa X-Men: Hickman cancella l'intera linea mutante per dare inizio una Nuova Era con Powers of X e House of X, per poi scrivere la serie principale dedicata agli X-Men.

Quest’estate, l’universo degli X-Men sarà stravolto dal ritorno dell’autore Jonathan Hickman, che oltre alle due miniserie Powers of X e House of X, cancellerà l’intera linea X-Men attuale per avviare una nuova era mutante.

Marvel sta pubblicizzando la rivoluzione di Hickman come quella compiuta da Grant Morrison nei primi anni 2000 con New X-Men. Questa nuova era avrà inizio con le due miniserie da sei numeri già annunciate per poi lasciare spazio ad una serie principale dell’autore e diversi nuovi titoli dell’universo X.

“Alla fine delle nostre 12 settimane di House of X e Powers of X, lanceremo un intero nuovo universo di X-titoli. Alcuni saranno dei piatti tradizionali, alcuni saranno portati avanti con idee presentate in House of X e Powers of X. Altri titoli sono idee completamente nuove. Io, personalmente, scriverò l’X-serie regolare ammiraglia.

In questo momento, siamo già in produzione su tutti questi titoli della “Ondata 1” e il nostro piano in questo momento è quello di presentare titoli, team creativi e dettagli di pubblicazione al San Diego Comic-Con, una settimana prima che House of X #1 sia in vendita.

Abbiamo anche appena finito i nostri piani per i nostri titoli della “Ondata 2″ che debutteranno nel 2020 e ci stiamo preparando ad assumere dei talenti per questi.

È piuttosto eccitante, e sapere in quale direzione sei diretto per i prossimi anni è uno dei vantaggi di questo tipo di pianificazione a lungo termine.”

In questa intervista a ComicBook.com, Hickman ha spiegato inoltre come è tornato in Marvel e come ha pensato l’intero progetto. Inoltre, ci ha mostrato diverse nuove pagine e copertine di Powers of X e House of X.

“Ho buttato là qualche idea che avevo per alcuni titoli, ma X-Men era l’idea più grande, più tempestiva. Era sicuramente quella di cui ero più entusiasta.

Così, ho pensato a ciò che volevo fare, e, cosa più importante, a quello che pensavo che il brand avesse bisogno, e poi sono volato negli uffici Marvel e ho tirato fuori tutto ciò che avevo in mente. Ci siamo incontrati diverse volte, abbiamo dibattuto altrettante volte, sono tornato a casa e ho lucidato il tutto, infine, circa un anno fa, ne ho presentato la totalità in un ritiro Marvel. Che è andato bene.

Da allora ci abbiamo lavorato duramente.”

L’autore risponde alla domanda sul ridimensionamento dell’intera linea degli X-men con questa dichiarazione:

“[…] ho cercato di far capire perché cancellare l’intera linea: perché avrebbe funzionato, perché era una buona idea e, soprattutto, perché era quello che dovevamo fare narrativamente per riportare gli X-Men alla loro legittima posizione di rilievo nell’universo Marvel.

Avevamo bisogno di vendere l’idea che questo è ciò che faremo nei prossimi anni. Quindi, se vuoi leggere i titoli degli X-Men durante la run da fine Luglio a Settembre, House of X e Powers of X sono gli unici nuovi X-titoli disponibili e tutto ciò che seguirà è basato su di essi. Volevamo essere chiari ai fan, ai negozi e, cosa altrettanto importante, ai creatori che occuperanno questi titoli in futuro. Volevamo che il messaggio fosse molto chiaro: questa è un’era completamente nuova per gli X-Men. Questo è quello che stiamo facendo ora.

E così, Powers of X e House of X è come stiamo iniziando. Ritengo sia un piano solido.”

Infine, Jonathan conclude l’intervista spiegando cosa significano per lui gli X-Men:

“Oh, penso che i titoli X-Men riguardino la ricerca della famiglia che non hai mai saputo di avere. Qualcuno che ti accetta per quello che sei, che ti ama al meglio e al peggio, e che condivide i tuoi sogni su ciò che il mondo potrebbe essere.

Sapete, tutti vogliono amare qualcuno, tutti vogliono essere amati da qualcuno, ed è fantastico quando li trovi entrambi. Soprattutto se sei, ad esempio, uno strano mutante pieno di occhi su tutto il corpo.”

COMMENTA IL POST