Dragon Ball Super: la strategia che accomuna Moro a Freezer

L'arco narrativo de "Il Prigioniero della Pattuglia Galattica" si sta rivelando una sorta di secondo atto dell'arco narrativo di Freezer e i nemici rispettivi, Moro e Freezer, ne sono la prova.

0

Il più recente aggiornamento manga di Dragon Ball Super, il manga scritto da Akira Toriyama e disegnato da Toyotaro, il numero 47, ha spostato l’attenzione su tre fronti essenziali: la strategia di Moro per la ricerca delle Sfere del Drago al fine di recuperare la sua forza originale, la preparazione di Goku e Vegeta per il secondo round contro il nemico e l’arrivo di Majin Bu che pare dare speranze ai nostri eroi.

Moro è l’attuale nemico dell’arco narrativo che vanta la forza di assorbire l’energia dei pianeti e delle forme di vita lì presenti. Grazie alla sua magia non solo è riuscito a progredire con la sua forma fisica, ma ha sconfitto il portentoso tag-team di Goku e Vegeta.

Mentre i due Saiyan recuperano le forze, Moro è alla ricerca delle Sfere del Drago sul pianeta Namek e lo sta facendo, secondo l’ultimo capitolo del manga, nello stesso modo in cui lo faceva Freezer nello storico arco narrativo nel quale è stato protagonista in Dragon Ball Z.

Nello specifico Moro, esattamente come Freezer, si sta spostando di villaggio in villaggio scovando le Sfere con annesso l’assassinio di chi le custodisce. Una procedura esattamente simile a quella vista nel primo Freezer che tutti conosciamo.

Tuttavia, rispetto a Freezer, Moro vanta la grande capacità di riuscire ad identificare la posizione della forza delle Sfere ed infatti in poco tempo ne ha già conquistate 6. L’ultima rimanente appartiene, guarda caso, al rifugio dove ora sono presenti Goku e Vegeta.

Il riferimento all’arco narrativo di Freezer è fortemente proposto nell’attuale storia proposta da Toriyama e Toyotaro. Non solo il collegamento strategico tra Moro e Freezer, ma la volontà di voler installare la battaglia su Namek, lo sterminio dei namecciani che rimarca ancor di più l’obiettivo di sottolineare le loro debolezze tecniche, le fusioni tra gli stessi guerrieri verdi per battere il nemico e, chiaramente, la spaventosa presenza fisica di Moro che non cova nulla, se non distruzione (proprio come Freezer).

Tali eventi sono stati pubblicati nel capitolo 47 del manga di Dragon Ball Super pubblicato su V-Jump ad aprile e su MANGA Plus. Il manga è edito in Italia da Edizioni Star Comics con i primi 7 volumetti disponibili.

Dragon Ball Super è una serie animata giapponese, prodotta da Toei Animation, trasmessa in Giappone su Fuji Television la quale si pone come seguito alla sconfitta di Majin Bu. La serie si è conclusa con l’episodio numero 131 (Una conclusione miracolosa! Addio Goku, fino al giorno in cui ci rivedremo di nuovo!). La programmazione italiana dell’anime si è arrestata all’episodio 76.

Il sequel diretto della serie anime è il 20° film animato del franchise, Dragon Ball Super: Broly uscito il 28 febbraio con Koch Media Italia e Anime Factory.

La versione manga è realizzata a cadenza mensile, ideata e sceneggiato da Akira Toriyama e disegnata da Toyotaro. Il manga è serializzato su V-Jump (Shueisha) dal 20 giugno 2015 ed è attualmente giunto al capitolo 47, con i primi 40 scritti raccolti in 8 volumi. Il manga sta in questo momento affrontando l’arco narrativo Universal Survival (Torneo del Potere).

L’edizione italiana del manga è affidata a Star Comics con i primi 7 volumi già disponibili per l’acquisto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui