Samurai 8: Masashi Kishimoto parla del suo ruolo, del protagonista e tema del manga

Masashi Kishimoto rivela nuovi dettagli sul suo nuovo progetto atteso per il 12 maggio: Samurai 8.

0

All’interno del numero 24 di Weekly Shonen Jump, disponibile in Giappone per l’acquisto dal 12 maggio 2019, Masashi Kishimoto, celebre papà di Naruto, tornerà ufficialmente con una nuova storia e con un nuovo manga tutto da raccontare che prende il nome di Samurai 8: Hachimaruden (Samurai 8: La Storia di Hachimaru).

Il manga shonen settimanale sarà scritto da Masashi Kishimoto in persona, pertanto è proprio il maestro l’ideatore della nuova storia, con i disegni di Akira Okubo, uno degli assistenti di Kishimoto nel corso della serializzazione di Naruto e nella produzione di Boruto: Naruto The Movie.

Mancano ormai sempre meno giorni al grande ritorno dell’autore dopo la conclusione di Naruto (2014) e Shueisha, per preparare gli appassionati, lo ha in incontrato per una breve intervista in occasione della quale ha parlato del nuovo manga, del suo protagonista e delle tematiche principali.

L’intervista è stata tradotta essenzialmente da @OrganicDinosaur, utente di Twitter accreditata sull’attualità di Masashi Kishimoto:

In merito al protagonista del manga, Hachimaru, Kishimoto ha dichiarato che il personaggio possiede un corpo debole con una forte predisposizione alle allergie perchè desidera che i lettori più giovani, magari affetti dalle stesse problematiche, si rivedano in tali condizioni.

Non ci si può facilmente riconoscere in un perfetto protagonista e l’autore giapponese ha provato piacere nel rappresentare un personaggio principale colmandolo di complessi di inferiorità.

L’intervista è poi continuata e l’autore ha svelato, in particolare, il suo ruolo nella realizzazione dei capitoli e la tematica dell’opera.

Finora abbiamo appreso che Kishimoto è scrittore del manga, ma nello specifico il suo lavoro convergerà anche nella realizzazione degli sketch, dei layout, dello storyboard delle tavole e della messa su carta dei dialoghi.

Relativamente alla tematica l’autore non si è sbilanciato più di tanto, ma ha rivelato che i legami padre e figlio saranno determinanti e si ispireranno proprio al rapporto che egli vanta con i suoi bambini.

Kishimoto ha anche specificato, per non dire ribadito, che la storia sarà differente da Naruto ed effettivamente una prima prova la si riscontra nella tematica. In Naruto il protagonista principale, Naruto Uzumaki, partiva in posizione di svantaggio (come Hachimaru), ma non ha mai sviluppato un legame con i genitori poichè morti nel giorno della nascita.

A giudicare, infine, dalle parole dell’autore pare che la storia potrebbe vertere anche in spiragli di autobiografia e, senza neanche accorgercene, potremmo imbatterci in momenti di vita quotidiana tra l’autore e i suoi bambini.

Samurai 8: Hachimaruden sarà sicuramente questo e tanto altro e non ci resta che attendere, ricordiamo, il 12 maggio per scoprire cosa ci attende.

L’intervista, in più, ha svelato in anteprima la copertina del numero 24 di Shonen Jump (debutto del manga) con Hachimaru, storyboard incompleti realizzati da Masashi Kishimoto e una foto con l’autore stesso mentre osserva il suo nuovo lavoro. A voi la carrellata di immagini di seguito, rispettivamente:

Ricordiamo che il capitolo numero 1 del nuovo manga di Masashi Kishimoto sarà composto da ben 72 pagine totali tra cui una a colori. Ogni nuovo capitolo sarà pubblicato settimanalmente fino a stabilizzarsi in una media di 19-20 tavole totali circa.

Ecco a voi la breve trama:

Un ragazzo aveva espresso un desiderio ad una meteora. In attesa di mangiare cibo e bere acqua potabile, sperando di non essere allergico a nulla, sperando di non aver paura di punture, di camminare senza stampelle e di, un giorno, riuscire a viaggiare per l’universo, alla fine ha semplicemente chiesto un solo desiderio: diventare un samurai“.

Samurai 8 è un manga di genere fantascientifico con forti componenti che riflettono il decoro e le tradizioni strettamente giapponesi.

Adoro le cose in stile giapponese: mi esalto per la cultura e per le decorazioni. E mi piace anche il genere fantascientifico. Sono troppo emozionato per la creazione di questo scenario. Poichè mi piacciono entrambe le cose, ho deciso di unire i due contesti per realizzare questo lavoro. Lavorerò duramente per renderlo ancora più interessante di Naruto!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui