Saga: per Brian K. Vaughan siamo a metà della storia

In Italia l’opera, disegnata da Fiona Staples, è pubblicata da Bao Publishing.

La storia narra di una guerra tra il pianeta Landfall e il suo satellite Wreath. Una soldatessa di Landfall, Alana, e un fante di Wreath, Marko, diventano amanti, quindi formalmente fuorilegge, in quanto le unioni tra i due popoli sono proibite. I due disertori danno alla luce una figlia, Hazel, ma Wreath manda sulle tracce dei fuggiaschi Il Volere e Il Segugio, due cacciatori di taglie…

In occasione dell’uscita del primo volume del Compendium (che raccoglie i primi 54 numeri pubblicati prima che la serie andasse in pausa) Vaughan ha detto ad Entertainment Weekly che un secondo Compendium raccoglierà la seconda metà della serie: “Adoro la nuova copertina di Fiona, e sono così orgoglioso che questi primi 54 numeri e gli ultimi sette anni del nostro lavoro insieme saranno disponibili in uno splendido e conveniente tomo che è possibile divorare subito o assaporare lentamente finché la nostra serie non tornerà”, ha detto Vaughan, “e Fiona ed io siamo entusiasti di condividere finalmente con tutti la notizia che questo compendio rappresenta la prima metà della nostra storia, una storia epica di 108 numeri! Siamo molto grati ai nostri fantastici lettori per il loro sostegno e la loro pazienza, e speriamo che questo compendio sia il regalo perfetto per le feste per far conoscere ai vostri cari le avventure di Hazel e della sua famiglia”.

Staples ha invece aggiunto: “La famiglia di Hazel ha fatto molta strada da quando abbiamo lanciato Saga nel 2012, ed è molto bello vedere tutta quella storia in un unico volume! Dobbiamo ringraziare i nostri lettori per averci fatto arrivare fino a qui, e non potrei essere più eccitata per la prossima tappa del viaggio”.

copertina del Compendium

 

La cattiva notizia sembra essere che Saga resterà in pausa più a lungo di quanto previsto; Vaughan infatti sembra aver suggerito che la pausa di Saga durerà fino al 2020. La pausa era stata giustificata dalla necessità di garantire che la qualità della serie rimanesse coerente.

 

COMMENTA IL POST