Il 2019 sarà l’anno in cui i giochi in streaming avranno la loro consacrazione?

Google ha annunciato la sua piattaforma Stadia alla Game Developers Conference 2019 per un lancio programmato entro la fine dell’anno, mentre Microsoft ha confermato i test di Project xCloud nei prossimi mesi e anche Amazon si dice che stia preparando il proprio servizio di streaming basato su cloud. In un’intervista con il Telegraph, il Chief Marketing Officer di Microsoft per Xbox Mike Nichols non ha risparmiato critiche sulla prossima piattaforma di Google.

Mentre ha ammesso che Google ha l’infrastruttura per realizzarla, Nichols ha sottolineato che, a differenza di Microsoft, non ha forti legami con gli sviluppatori di giochi e gli editor e quindi non può fornire quello che i fan si aspettano: “I prossimi concorrenti come Google hanno un’infrastruttura cloud, una community con YouTube, ma non hanno contenuti”.

 

In effetti, questo è un settore in cui Microsoft è in vantaggio rispetto ai suoi concorrenti, avendo iniziato a lavorare nel settore dei giochi già nel 2001.

In ogni caso Phil Harrison di Google ha recentemente dichiarato di aver ricevuto un forte sostegno dalla comunità degli sviluppatori per Stadia, anche se ovviamente non abbiamo prove tangibili di questo. Mike Nichols ha anche indicato che, indipendentemente dalla disponibilità di Project xCloud, l’esperienza “locale” che gli utenti possono ottenere con una console Xbox o PC Windows rimarrà superiore al cloud in termini di qualità. Questo è un altro grande elemento di differenziazione con Google Stadia, che non punta sull’hardware locale. La battaglia sembra appena iniziata.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui