L’Event Horizon Telescope ci regala la storica immagine del buco nero al centro della galassia M87.

Oggi gli scienziati hanno svelato un’immagine di un buco nero supermassiccio che ha la stessa massa di 6,5 miliardi di soli e che si trova a più di 50 milioni di anni luce di distanza da noi, nel cuore di una gigantesca galassia ellittica chiamata Messier 87. Questa storica foto è la nostra prima visione della sagoma di un buco nero.

La foto è il coronamento del successo del progetto Event Horizon Telescope, una collaborazione globale di oltre 200 scienziati che ha visto protagonista anche l’Italia, che ha partecipato attraverso l’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

Prima d’ora, l’uomo poteva vedere solo la prova indiretta dell’esistenza dei buchi neri, cercando stelle che sembravano orbitare intorno ad oggetti bizzarri, catturando la radiazione intorno ad essi, oppure osservando i getti energetici delle particelle sparate lontano dalle loro vicinanze.

“Abbiamo studiato i buchi neri per così tanto tempo che a volte è facile dimenticare che nessuno di noi ne ha mai visto uno”, ha affermato oggi il direttore della National Science Foundation, France Cordova.

“Siamo lieti di potervi annunciare oggi che abbiamo visto ciò che pensavamo fosse impossibile”, ha aggiunto il direttore del progetto Shep Doeleman, dell’Harvard-Smithsonian Institute for Astrophysics. “Quello che stiamo vedendo è la prova di un orizzonte degli eventi… ora abbiamo le prove visive di un buco nero.”

Anziché essere una singola istantanea,  l’immagine di EHT è il prodotto di un processo chiamato interferometria, che combina le osservazioni di più telescopi.

 

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui