Toyotaro aggiunge degli extra alle pagine della storia del manga in volume di Dragon Ball Super.

In Giappone e negozi online, a partire dal 4 aprile 2019, è disponibile per l’acquisto il volume numero 9 di Dragon Ball Super, il manga di Toyotaro con la sceneggiatura di Akira Toriyama in persona.

Il volumetto, come sappiamo, narra gli eventi conclusivi del Torneo del Potere (Universal Survival Arc) e abbraccia la nuova ed inedita storia de Il Prigioniero della Pattuglia Galattica, ma, al fine di un’esperienza di lettura completa e coerente anche con quanto visto con la serie animata, Toyotaro ha scelto di effettuare delle correzioni e delle aggiunte che non ha avuto modo di includere nella storia del manga in versione V-Jump.

ATTENZIONE LA SEGUENTE CONTIENE SPOILER!

In particolare l’autore giapponese ha pensato di includere delle scene inedite relative al Torneo del Potere con Goku e Jiren poco prima della loro separazione a fine Torneo del Potere. Nella versione V-Jump, dopo la reintroduzione di tutti gli Universi per mezzo del desiderio del vincitore Numero 17, Goku e Jiren si salutano con rispetto dopo il loro scontro violento. In particolare c’è un Jiren che finalmente apre il cuore al suo avversario dichiarando le sue intenzioni di volerlo incontrare in futuro, con un Goku che, chiaramente, accetta.

Eccola qui di seguito in questo estratto diffuso da @Herms98, utente di Twitter accreditato per l’attualità di Dragon Ball.

Mentre i guerrieri del 7° Universo tornano sulla Terra all’interno della versione V-Jump non era stato incluso Gohan (probabilmente per dimenticanza), mentre nella versione in volume il Saiyan è stato aggiungo e lo si può notare nella seguente seconda immagine tra Vegeta e Piccolo:

E non è finita qui. Sia all’interno dell’anime e che nel manga V-Jump di Dragon Ball Super, Frost del 6° Universo (il guerriero appartenente alla stessa razza di Freezer) era stato completamente eliminato anzitempo dal Torneo del Potere per aver usato mezzi non consoni alla contesa. Il Grande Sacerdote lo aveva eliminato ancor prima che il 6° Universo fosse eliminato per mano della forza di Jiren dell’11° Universo.

Sempre ricollegandoci al desiderio di C-17, ovvero la sua volontà di ripristinare la vita degli Universi sconfitti e dei suoi abitanti, anche Frost è ritornato in vita, ma nella versione in rivista non era stato specificato. Nel volume, invece, Toyotaro esplicitamente mostra che anche Frost torna in vita, con un senso di incredulità, e l’autore dedica ancora un po’ di spazio tra le sue pagine per disegnare anche gli altri guerrieri di spicco dei restanti universi che hanno combattuto.

Il volume, secondo la linea editoriale adottata sino ad esso, contiene 4 capitoli originariamente serializzati su V-Jump (Shueisha): 41, 42, 43 e 44.

In Italia il manga in questione è edito da Edizioni Star Comics e il 24 aprile sarà disponibile il volume numero 7.

Dragon Ball Super è una serie animata giapponese, prodotta da Toei Animation, trasmessa in Giappone su Fuji Television la quale si pone come seguito alla sconfitta di Majin Bu. La serie si è conclusa con l’episodio numero 131 (Una conclusione miracolosa! Addio Goku, fino al giorno in cui ci rivedremo di nuovo!). La programmazione italiana dell’anime si è arrestata all’episodio 76.

Il sequel diretto della serie anime è il 20° film animato del franchise, Dragon Ball Super: Broly uscito il 28 febbraio con Koch Media Italia e Anime Factory.

La versione manga è realizzata a cadenza mensile, ideata e sceneggiato da Akira Toriyama e disegnata da Toyotaro. Il manga è serializzato su V-Jump (Shueisha) dal 20 giugno 2015 ed è attualmente giunto al capitolo 46, con i primi 40 scritti raccolti in 8 volumi. Il manga sta in questo momento affrontando l’arco narrativo Universal Survival (Torneo del Potere).

L’edizione italiana del manga è affidata a Star Comics con i primi 6 volumi già disponibili per l’acquisto.Il 7° sarà disponibile dal 24 aprile 2019.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui