7 divertenti esempi di “logica anime”

Pubblicato il 30 Aprile 2019 alle 09:00

Ricordiamo che l’intento non è quello di paragonare la realtà di tutti i giorni con ciò che vediamo rappresentato negli anime. Le serie animate devono essere alogiche per natura, tuttavia ci sono alcuni accorgimenti e situazioni curiose che fanno ridere e sorridere.

Per risolvere alcune di queste basterebbe poco, ma nel farlo l’anime stesso perderebbe la sua natura.

Ecco quindi che per una volta prendiamo poco sul serio i nostri amati anime e facciamo due risate guardandoli con un occhio più critico e orientato alla realtà.

Bocche distorte

Facciamo una prova davanti allo specchio. Mettiamoci di lato, apriamo e chiudiamo la bocca e con la coda dell’occhio osserviamo cosa succede. Si vedrà un buco provocato dall’azione di aprire la bocca.

Per quanto l’animazione abbia fatto passi da gigante negli ultimi anni ci sono ancora alcune sottigliezze che vengono lasciate in secondo piano. Tra tutte è la disposizione delle bocche che, a seconda delle inquadrature, finiscono in posizioni ridicole se si pensa alla controparte reale. Sarebbe come avere una bocca sulla guancia.

I 5 minuti degli Anime

Nameck esploderà fra 5 minuti.

E fu così che grazie a queste profetiche parole pronunciate dal perfido Freezer, lo scontro tra lui e il neo super sayan Goku si fa più acceso che mai. Ora, ovviamente nessuno degli spettatori ha la pretesa che i 5 minuti annunciati siano realmente 5 minuti, ma c’è un limite a tutto.

Puntata dopo puntata il pianeta è sempre sull’orlo di esplodere…. ma non lo fa… ancora almeno.

Con la tensione che si percepisce a chilometri di distanza i due combattenti continuano a darsele di santa ragione fino a che viene da chiedersi (dopo tipo una decina di puntata, ossia 20 minuti * 10= 200 minuti ossia più di 3 ore) se non fosse tutta una bufala.

Le gonne corte non rispettano la legge di gravità

Ah le gonne corte. Che anime sarebbero senza le classiche divise scolastica e che mondo dell’animazione sarebbe senza le gonne super cortissime delle ragazze. Minigonne che anche il minimo spiffero d’aria potrebbe far sollevare, per la gioia di tutti coloro che aspettano con ansia questo momento.

Peccato per voi, non c’è speranza che quel magico tessuto si muova oltre i confini del vedo/non vedo. Nulla può far scivolare, spostare o alzare quelle gonne scolastiche. Anche capovolgendo letteralmente le ragazze che le indossano, rimarrebbero nella stessa identica posizione. Gonne 1 – gravità 0.

Età delle ragazze

Meglio non citare che la versione Hot delle protagoniste e protagonisti anime è quasi sempre minorenne, mentre quella più infantile è maggiorenne.

Fa sorridere, invece, pensare all’età che viene attribuita ai personaggi, uomini e donne è indifferente. Corpi, voci e atteggiamenti da persone mature e attempate quando la loro carta d’identità dice che hanno un’età anagrafica intorno ai 15 anni.

Che bella età la pubertà…

Uomo è donna e donna è uomo

L’ammiraglio Ackbar di Star Wars la sapeva lunga. Non sarebbe sorprendente se nel momento della sua celebre battuta: “è una trappola”; stesse guardando una puntata anime.

Già perché in questi periodi complessi e ambigui inciampare nel classico malinteso è facilissimo, con tanto di sorpresa finale che può piacere oppure no.

Gli anime ci hanno insegnato che non bisogna mai dare nulla per scontato, nemmeno la distinzione uomo e donna. Nella realtà capita che l’uomo è una donna e la donna un uomo. Possibile? Vedere per credere.

Ti amo e per proteggerti ucciderò i tuoi amici, la tua famiglia e chiunque hai incontrato prima di me

Che bellissimo sentimento è l’amore, così come il desiderio di pace o quello di tranquillità. Obiettivi nobili che possono essere portati avanti non sempre con i metodi migliori e più sensati. Ne è un caso il semi-cattivo Pain di Naruto che per riportare la pace nel mondo ninja ha deciso di scatenare una grande guerra.

Se, invece, si vuole avere uno degli esempi più emblematici di divertente logica anime basta vedere i comportamenti della dolce Yuno, innomarata persa del suo amato Yuki sarebbe disposta a tutto per proteggerlo. Di fatto, però, qualsiasi cosa è una minaccia per il suo amoruccio ecco perché… devono morire tutti. Meglio se a colpi di accetta.

L’incredibile varietà dei colori dei capelli

Non esisterebbero gli anime senza le acconciature stravaganti e i colori di capelli assolutamente fuori dall’ordinario. Tonalità che nel mondo 2D rendono favoloso un personaggio già interessante, ma che fanno accapponare la pelle se trasposte in realtà 3D.

Altra cosa che lascia molto perplesso riguardo i capelli dei personaggi anime è il come riescono a vedere. A ben pensarci spesso i capelli dei protagonisti coprono in parte o del tutto i loro occhi, come possono quindi vedere anche solo chi gli è di fronte?

Comunque li si vedano i capelli verdi sono i migliori.

Articoli Correlati

Negli ultimi giorni è uscita la notizia che il romanzo Children of Blood and Bone di Toni Adeyemi ed i suoi seguiti verranno...

22/01/2022 •

17:09

Devil’s Reign, l’evento Marvel imbastito da Chip Zdarsky e Marco Checchetto a partire dalla loro run su Daredevil,...

22/01/2022 •

16:23

  Nonostante proseguano i problemi dovuti alla Pandemia in tutto il Mondo, il ritorno dei progetti dei Marvel Studios...

22/01/2022 •

14:48