Kale è la Saiyan del 6° Universo apparsa per la prima in Dragon Ball Super e sia per design che per forza somiglia all’ormai canonico Broly.

Dragon Ball Super: Broly, il 20° film animato ispirato al franchise di Akira Toriyama e 1° progetto del serie “Super”, ha permesso l’inclusione nella continuity dell’opera originale di Broly il quale, in precedenza, era semplicemente un personaggio “solo film”.

Come sappiamo, prima della sua canonizzazione, la serie animata ufficiale di Dragon Ball Super ha incluso, nell’arco narrativo del Torneo del Potere (Universal Survival Arc), Kale del 6° Universo che sia da design che dal punto di vista del potere è praticamente da considerare una Broly femminile.

In particolare, la trasformazione finale di Kale le permette di accedere alla modalità “Berserk” del Super Saiyan la quale le fa perdere capacità di controllo del corpo per abbracciare un design praticamente identico a quello di Broly quando raggiungeva la sua modalità in “Super Saiyan Leggendario”.

Kale e Broly possiedono quindi lo stesso tipo di design, ma recentemente è emersa una certa coincidenza interessante, temporalmente parlando, tra il concepimento e apparizione di Kale nella serie anime e del ritorno di Broly come personaggio canonico nel franchise.

Tale coincidenza è stata rivelata da uno dei designer che ha lavorato a Dragon Ball Super: Broly, Yoshihiko Umakoshi, il quale, in una recente intervista, ha dichiarato che il 20° film animato era già nelle sue prime fasi di produzione prima che Toei Animation pensasse di introdurre Kale nella serie animata di Dragon Ball Super.

Questa è una grande coincidenza perchè non solo questo significa che il ritorno di Broly era pianificato indicativamente già dal 2017, periodo nel quale è apparsa Kale, ma era anche un piccolo teaser per quello che sarebbe avvenuto in seguito con il film animato. E’ chiaro, a questo punto, che Toei Animation voleva riscaldare gli appassionati, chiaramente ignari di tutto al tempo, rivelando una versione di Broly che comunque è stata apprezzata per tanti motivi.

Il 20° lungometraggio di Dragon Ball è ispirato al franchise di Akira Toriyama ed è il primo che confluirà nel circuito della serie “Super”. Akira Toriyama ha pensato al character design e alla sceneggiatura del progetto che verterà sul racconto delle origini della forza dei guerrieri Saiyan

Akira Toriyama ha realizzato la sceneggiatura e il design dei personaggi. Tatsuya Nagamine (One Piece Film Z) dirige il lungometraggio, Naohiro Shintani è il responsabile regista delle animazioni e Kazuo Ogura è il responsabile e direttore dell’immagine. Norihito Sumitomo compone le musiche, Rumiko Nagai è il color designer, Naotake Oota si occupa degli effetti speciali e Kai Makino è il regista responsabile della computer grafica. Toei Animation distribuisce il film in collaborazione con 20th Century Fox.

Un pianeta distrutto, una potente razza ridotta in cenere. Dopo la devastazione del pianeta Vegeta, tre Saiyan furono dispersi nello spazio, (destinati a destini diversi) costretti a diversi destini. Mentre due di loro hanno trovato casa sulla Terra, il terzo è stato cresciuto con un ardente desiderio di vendetta, sviluppando così un potere incredibile. Il momento per questa vendetta è finalmente arrivato! I tre destini si incroceranno in una battaglia che scuoterà l’intero universo! Goku è tornato ad allenarsi duramente per poter affrontare i nemici più potenti che le galassie hanno da offrire, e Vegeta non è da meno. Ma quando improvvisamente i due si troveranno di fronte un ignoto Saiyan, scopriranno una forza atroce e devastante“.

Fonte: CB

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui