My Hero Academia: Kohei Horikoshi parla del design curvy delle eroine

Kohei Horikoshi parla a proposito della sua concezione e studio del disegno femminile.

My Hero Academia, il manga di Kohei Horikoshi, è sicuramente conosciuto, tra gli altri elementi, per avere un “parco” femminile non solo forte dal punto di vista delle Unicità e della determinazione, ma anche molto sensuale fisicamente. Questo perchè l’autore giapponese ha la grande abitudine di disegnarle curvy, con ogni forma possibilmente apprezzabile, e ne ha davvero per tutte.

Da Ochaco Uraraka passando per la pronunciata Momo Yaoyorozu sino a Midnight, per citarne alcune, Kohei Horikoshi ha regalato dei corpi da urlo, ma senza eccedere troppo rispetto alla reale fisicità.

L’autore ha recentemente parlato dello studio sui personaggi femminili e sul motivo per il quale è molto avvezzo al “curvy” in un’intervista assieme all’animatore e character designer dei progetti animati di My Hero Academia (compreso il film animato di My Hero Academia: Two Heroes), Yoshihiko Umakoshi. Ecco le parole di Horikoshi-sensei:

Le aree delle braccia, delle gambe e del torso delle ragazze che disegno tendono ad essere un po’ corpose. Questo da un lato potrebbe risultare indecoroso, ma mi piace realizzare le grazie delle ragazze con un po’ di carne su di loro“.

Il designer Umakoshi ha preso la palla al balzo e ha offerto un suo punto di vista sulle ragazze dell’opera:

Questo è un altro punto di vista affascinante. Credo che si possa considerare come un diverso modo di concepire l’appeal delle eroine rispetto a quelle delle altre opere. Nella versione anime tendo sempre a disegnarle avendo in mente il processo di Horikoshi-sensei, ma finisce sempre che il corpo risulta dimagrito“.

Ricordiamo che nelle ultime settimane è stato annunciato il secondo film animato ispirato al manga e arriverà in Giappone nel prossimo inverno. In autunno invece, precisamente ad ottobre, comincerà la trasmissione della quarta stagione animata. In Italia il manga è edito da Star Comics.

MY HERO ACADEMIA è un manga scritto e disegnato da Kohei Horikoshi dal 7 luglio 2014. Attualmente sono stati pubblicati 220 capitoli settimanali e i primi 218 sono stati raccolti in 22 volumi. In Giappone è edito da Weekly Shonen Jump (Shueisha). In Italia i diritti del manga sono stati acquistati da Edizioni Star Comics con 17 volumi disponibili.

Il manga ha sperimentato la trasposizione di tre serie animate con 63 episodi totali trasmessi. In Italia è possibile guardarle gratuitamente, legalmente, e con sottotitoli in Italiano sulla piattaforma streaming VVVVID (Dynit). E’ stata annunciata la quarta stagione che partirà ad ottobre dal 2019. Dal 17 settembre 2018 al 7 gennaio 2019 Mediaset, attraverso Italia 2, ha trasmesso le prime serie animate in chiaro e doppiaggio in italiano.

Il primo lungometraggio, “My Hero Academia – The Movie: Two Heroes“, è uscito in Giappone il 3 agosto 2018 e vanta la collaborazione attiva di Kohei Horikoshi stesso e il 23 e 24 marzo del 2019 arriverà in Italia sotto l’etichetta di Dynit. Recentemente è stato annunciata la produzione di un lungometraggio live action con la collaborazione congiunta di Shueisha e di Legendary (studio statunitense), di un nuovo spettacolo teatrale e del secondo film animato.

In un mondo in cui essere supereroi è la normalità, nascere senza particolari poteri equivale a una vera e propria disgrazia! Izuku Midoriya dovrà mettercela tutta per ottenere un superpotere, e nonostante l’impresa sembri impossibile qualcuno finirà per notare le sue capacità…
Tutto è cominciato con la notizia della nascita di un “bambino luminoso”, e da quel momento la Terra si è popolata di “Heroes”, comportando un riassetto globale di ogni aspetto della vita… Come sarà la scuola in un mondo del genere?!

Fonte: CB

1 commento

  1. gli hanno fatto polemiche all’autore e allo studio animato per come sono disegnate le ragazze, allora che si dovrebbe dire di quelle serie anime con le liceali con il corpo da bambine delle elementari alte un metro e zero tette (esempi Koneko di High School DXD e Taiga di Toradora)? disegnate cosi per soddisfare i pruriti lollicon degli otaku.
    Quelle di My Hero sono quindicenni con un corpo da quindicenni, che siano anche sensuali è +1.

COMMENTA IL POST