War of the Realms arriva finalmente nei negozi di fumetti questa settimana ed è uno dei più grandi eventi degli ultimi anni.

Con riflessi in tutto il mondo Marvel, War of the Realms è destinato ad avere un effetto su tutti i titoli dell’universo condiviso nelle prossime settimane. ComicBook.com ha avuto la possibilità di intervistare Jason Aaron – lo scrittore di Thor che funge da architetto per questo evento – e l’editor della Marvel CB Cebulski per parlare di tutto ciò che riguarda War of the Realms e di cosa significa per i fan della Marvel.

Nel descrivere l’evento, Aaron l’ha paragonato alla versione Marvel de Il Signore degli Anelli, almeno in superficie. Con Malekith e il suo esercito che si diffondono in altri contesti dell’universo Marvel che normalmente non toccherebbero mai, i fan potranno vedere elementi in gioco che altrimenti non sarebbero potuti esistere: “Il film sarebbe il Signore degli Anelli nell’Universo Marvel”, dice Aaron. “Ci sono tutti i peggiori cattivi dei 10 reami che invadono la Terra e provocano il caos, e che normalmente sarebbe una storia di Thor. Normalmente è una questione di cui Thor dovrebbe occuparsi. Come possiamo vedere nell’apertura di War of the Realms, Thor non può farlo, quindi una storia di Thor diventa una storia di tutti: sono i Vendicatori, sono Wolverine, Il Punitore, i Fantastici Quattro. Sono tutti i principali eroi dell’universo Marvel che hanno a che fare con le cose di Thor che non sono abituati a trattare”.

“La parte divertente è mescolare quegli elementi, mescolando elementi fantasy con elementi del Marvel Universe”, continua lo scrittore. “A volte si tratta di Spider-Man che indossa un elmo vichingo o è il Punitore a dover ricorrere al suo arsenale per ingannare giganti del gelo. Ci sono molte cose divertenti da fare. Daredevil è una grande parte di questo ed appare in grande stile. Lui [Daredevil] ha un aspetto diverso. Ha una grande spada. I suoi poteri sono diversi. È tutto diverso. È con War of the Realms numero due che avrete il primo assaggio di questo”.

War of the Realms è un evento intricato che si sta formando da quando Aaron ha iniziato a scrivere Thor: “Le cose che ho fatto per sette anni su Thor si sono evolute in questo modo”, afferma Aaron.

War of the Realms non avrà solo grandi riflessi sull’universo Marvel, ma l’evento segnerà anche l’inizio della fine delle storie di Aaron su Thor. Mentre Aaron conferma che il suo tempo con gli Asgardiani sta arrivando alla fine, Cebulski menziona che non è stato ancora deciso quando Aaron si ritirerà dal titolo: “Posso dire che certamente tutto ciò che ho fatto su Thor si è sviluppato in questo modo”, dice Aaron. “E cambierà drasticamente lo status quo di Thor, e lo status quo per tutti i personaggi che lo circondano, poi mi ritroverò subito dopo il mio Thor…”

“Non voglio rovinare troppo, ma ci sarà una relazione tra Midgard e Asgard che non abbiamo mai visto prima, e andrà in entrambe le direzioni”, dice Cebulski di War of the Realms. “Così, ora che gli abitanti della Terra sono un po’ più consapevoli di tutto ciò che accade in Asgard con Thor e di tutto quello che è successo e che ci sono tutte queste creature lassù, c’è più di una consapevolezza che questo influenzerà il futuro”.

“Stiamo ancora decidendo quando [Aaron] lascerà, cosa vuole fare con i suoi arc, ma non sarà quest’anno”, ammette l’editor. “Con War of the Realms ha raccontato la storia che vuole fare, ora deve capire cosa vuole continuare a fare e quando se ne andrà, ogni scrittore ha una fine della sua carriera. Quanto a quando sarà, né io né Jason, né nessuno alla Marvel può dirlo ancora, ma abbiamo parlato”.

War of the Realms #1 è previsto in uscita il 3 aprile.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui