Flashbook annuncia il manga Hiru – Sanguisughe di Daisuke Imai

0
Debutterà a Luglio in fumetteria.

Attraverso Facebook Flashbook Edizioni ha annunciato la pubblicazione di Hiru – Sanguisughe, seinen manga scritto e disegnato da Daisuke Imai tra il 2011 e il 2013 per la rivista Comic@Bunch di Shinchosha.

I cinque volumi di cui si compone l’opera usciranno a cadenza bimestrale a partire da Luglio, nella consueta edizione brossurata con sovraccoperta a 5,90 Euro.

Quando l’autobus dove sta viaggiando ha un grave incidente, Yoko, sopravvissuta, decide di cogliere l’occasione di fuggire dalla sua vita, piena di soprusi e violenze, cogliendo l’occasione regalatale dalla vita, facendo credere a tutti di essere morta e facendo perdere le sue tracce.

Si sposta così a Tokyo e inizia a vivere una vita senza fissa dimora e “senza nome”, occupando le case altrui nei momenti in cui i proprietari sono fuori per lavoro. Questa nuova vita che inizialmente sembra eccitante inebriata di libertà, ben presto si dimostra assai diversa: Yoko infatti scopre di non essere la sola a condurre un’esistenza emarginata del genere. Esiste una sub-società variegata di persone che si trovano a occupare momentaneamente case altrui, tutte caratterizzate da disagio e problematiche di vario genere. Fantasmi moderni come clandestini, criminali, reietti ma anche persone normali che hanno perso tutto, o solo la voglia di Esistere. Un mondo crudo e non solidale in cui violenza e lotte per un “tetto” sono all’ordine del giorno, tanta è la disperazione di taluni.

Imai Daisuke, apprezzabile autore emergente, in HIRU utilizza argomenti forti e pregni di sostanza come la critica della società moderna giapponese raccontandoci di una esistenza parallela che vive all’ombra della normalità, come il disagio giovanile che l’autore sviscera in progressivo ricordando autori come Asano Inio, come prequel e scenario di una storia fondamentalmente thriller: l’autore partendo da un drama attua, allargando il punto di vista dal protagonista e dal Soggetto, un progressivo cambio di genere in cui la parte d’azione entra preponderante ma anch’essa non esente da un forte simbolismo, quindi non fine a se stessa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui