American Gods 2×02 – The Beguiling Man | Recensione

0
La battaglia tra vecchi e nuovi dèi è pronta a scoppiare, dopo i disastrosi eventi della festa di primavera e gli avvenimenti del primo episodio della nuova stagione.

Dopo aver assistito alla premiere della seconda stagione di American Gods, House on the Rock (QUI PER LA NOSTRA RECENSIONE) i fan hanno ripreso l’esplorazione dell’incredibile mondo di Neil Gaiman: i Vecchi Dèi e i Nuovi Dèi si stanno preparando e, mentre Odino sembrava aver finalmente trovato la giusta stabilità nella sua fazione per poter ingaggiare battaglia, un attacco a sangue freddo dell’opposta fazione toglie la vita ad una Vecchia Dea, nonché ex-amata di Wedsney. Col colpo di scena finale, si è chiuso un episodio brillante, dinamico e visivamente eccezionale: la nuova stagione di American Gods è partita col piede giusto e non ha deluso le aspettative…ma questo è solo l’inizio.

VIAGGI E PREPARATIVI

Dopo l’attacco subìto, i Vecchi Dèi si separano e mentre Mr. Wednesday parte con Mr. Nancy alla ricerca di Gungnir, la sua lancia da battaglia, Laura e Mad Sweeney si mettono in viaggio per tentare di salvare Shadow, prigioniero di Mr. Town per volere dei Nuovi Dèi. Quest’ultimi sembrano aver iniziato nel migliore dei modi i preparativi alla guerra e, mentre Technical Boy continua la ricerca di Media, che sembra in procinto di evolversi, Mr. World tenta di convincere la regina Bilquis ad abbracciare la sua causa,sottolineando il peso della sfavorevole situazione in cui si trova.

Nel mezzo di una narrazione di transizione, trovano spazio numerosi flashback che permettono allo spettatore di ricostruire, a poco a poco, il misterioso passato di Shadow: messo sotto tortura, il protagonista ricorda i momenti passati insieme a sua madre, l’arrivo dalla Francia a New York e la continua ricerca di se stesso e della sua vera identità, dell’origine di quella  luce che la madre vede in lui e continua a fargli notare.

IL RAGAZZO SPLENDENTE

In quello che potremmo definire un secondo episodio di “transizione”, gli sceneggiatori hanno modo di inserire altri chiari riferimenti al passato di Shadow, caratterizzando maggiormente il personaggio e preparando lo spettatore a quella che, presumibilmente, sarà la scoperta (prima o poi) della sua vera identità. Lo splendido rapporto d’amore con la madre, l’arrivo nel contesto newyorkese pieno di odio e razzismo, l’incertezza nel non sentire profondamente chi è veramente, sono tutti elementi che scaturiscono in una rabbia e in un’insoddisfazione di fondo attui ad implementare la complessa psicologia del nostro protagonista.

The Beguiling Mandopo il “mitico” e visivamente scoppiettante primo episodio, ha il compito di concentrarsi maggiormente sull’elemento “umano” dei vari personaggi (aggiungendo una piccola dose di azione, in pieno stile americano) e così, anche Laura e Mad Sweeny, hanno la possibilità di esternare, mentre sono alla ricerca di Shadow, alcuni piccoli aspetti della loro personalità ancora poco conosciuti dagli spettatori e cominciano a mostrare un feeling che potrebbe essere approfondito nel corso della stagione. E se tutte le strade portano a Roma, abbiamo ormai imparato a capire come tutti gli elementi di American Gods portino poi sempre ad un unico centro: Shadow Moon. L’episodio ci lascia con Laura, Sweeny e persino Mr. Wednesday (fedelmente seguito dai due corvi) in un modo o nell’altro intorno a Shadow, e un sacrificio pronto per essere fatto da Odino per Odino. Quali saranno le conseguenze?

 

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui