Marvel: in sviluppo una serie animata What If per Disney+

0
La serie dovrebbe aprire a curiosi scenari che, nel corso degli anni, i fan Marvel hanno imparato ad apprezzare nei fumetti.

Stando a quanto riportato da SlashFilm, la Marvel starebbe sviluppando una serie animata What If per il nuovo servizio streaming Disney+: supervisionata direttamente dal presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige, la serie dovrebbe basarsi su curiosi scenari alternativi visti nei fumetti, come ad esempio (tra i tanti scenari possibili) Spider-Man nel gruppo dei Fantastici 4 o  un contesto dove il mondo sa della cecità di Daredevil o, addirittura, eventi ben più catastrofici come Loki in possesso del martello di Thor o Doctor Strange allievo di Dormammu.

Le possibilità, nel mondo del “cosa succederebbe se”, sono pressoché infinite e, con questa serie, la Marvel avrebbe l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda le trame. Considerato il contesto alternativo, molti attori fuori dall’universo cinematografico Marvel potrebbero (anche se solo come doppiatori) tornare a vestire i panni dei loro personaggi.

I vertici Disney hanno sempre fatto capire quanto la nuova piattaforma streaming, Disney+, sia importante per la Casa di Topolino e, a dimostrarlo, è anche il grande numero di contenuti originali in fase di sviluppo: stando a quanto riportato da Deadline infatti, Disney (e le sue proprietà Marvel StudiosLucasfilm e Pixar) starebbero sviluppando circa 18 film e 16 serie tv da destinare alla piattaforma. Un cospicuo gruppo di prodotti dunque, da affiancare ad altri “esterni” per offrire sin da subito una programmazione ampia e variegata.

Comicbook, il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige ha confermato come le serie Marvel prodotte esclusivamente per il servizio saranno direttamente collegate al MCU a differenza, ad esempio, di quanto successo precedentemente con Daredevil, Luke Cage, Iron Fist e Jessica Jones. “Saranno collegate sia con l’attuale MCU, che con quello passato e quello futuro” le parole di Feige.

La serie che potrebbe immediatamente dimostrare questo collegamento è quella dedicata a Loki: al progetto parteciperà anche Tom Hiddleston, attore che in questi anni ha impersonato il personaggio sul grande schermo. Inutile dire che, a seguito delle parole di Hiddleston, l’entusiasmo dei fan è salito alle stelle ma, stando a quanto riportato da Charles Murphy di ThatHashtagShow, il ruolo di Hiddleston nella serie dovrebbe limitarsi a quello di narratore, impersonando dunque la voce di un Loki che racconta le vicende della sua vita; l’azione, quindi, vedrebbe un nuovo attore più “giovane” nei panni del Dio nordico.

In precedenza, durante una recente riunione degli azionisti, il CEO Disney Bob Iger ha rivelato come il nuovo servizio non sia chiuso solamente a contenuti esclusivi, ma aperto anche alla distribuzione di franchise esterni, purché siano in linea con le strategie della Disney stessa.

Il quesito è emerso dopo i recenti acquisti dell’azienda, che coinvolgo anche i  CBS TV Studios (con i relativi prodotti sviluppati, comprese le tantissime serie tv) e anche la stessa The CW, in comproprietà tra CBS e Warner Bros.

“A lungo termine, la strategia sarà sicuramente indirizzata allo sviluppo di contenuti originali” ha spiegato Iger agli investitori “ma ci saranno sicuramente occasioni in cui saremo lieti di ospitare prodotti da terze parti. L’accordo con la Fox non è ancora ufficialmente concluso, quindi non possiamo usufruire subito dei loro marchi ed abbiamo bisogno di lanciare il servizio con sostanziosi contenuti così, nell’attesa anche di sviluppare contenuti originali per i quali ci vuole comunque del tempo, stiamo trattando per prodotti esterni”.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui