Dragon Ball Super – Broly: la grande differenza fra i Broly

1
Il Broly che ci apprestiamo a scoprire il 28 febbraio nei cinema italiani non è esattamente, in positivo, come ce lo aspettiamo.

ATTENZIONE: L’articolo potrebbe contenere SPOILER.

Nel nostro precedente articolo abbiamo appreso e riportato un passo della nuova intervista con Naohiro Shintani, il responsabile delle animazioni di Dragon Ball Super: Broly, relativamente al nuovo design di Broly, ovvero il villain storico dei nostri eroi che questa volta torna in una veste completamente nuova, sia caratterialmente che fisicamente, grazie alla mano imposta da Akira Toriyama in persona.

Il maestro Shintani, a proposito dei cambiamenti del personaggio in questione che esploderà nei cinema italiani il 28 febbraio 2019 con Koch Media e Anime Factory, ha diffuso nuove dichiarazioni in merito alla grande differenza del Saiyan rispetto al precedente, che non aveva avuto nulla a che fare con Toriyama. Ecco le parole nel dettaglio dell’animatore Shintani:

“Il Broly precedente era solo un guerriero pericoloso, nulla più. Stavolta invece ci sono delle scene che esaltano la sua umanità, come l’incidente con Bah e la connessione con Cheelai e Lemo. Mi chiedo se la gente abbia provato malinconia o tristezza alla fine quando Cheelai ha ricorso alle Sfere del Drago? Questo Broly è un personaggio differente rispetto alle precedenti interazioni e spero che ottenga ancora più popolarità come merita“.

Il nuovo Broly, pertanto, acquisisce un aspetto molto più empatico rispetto al precedente il cui credo era solo la sottomissione. Il character development di Broly per il 20° lungometraggio è molto più rimarcato, coltiverà desideri e proverà forti sentimenti. Vero, come visto dai trailer, il Saiyan scoppierà tra la rabbia ed esplosione, ma il tutto sarà generato da un passato tragico.

Il campione di incassi, Dragon Ball Super: Broly, è il 20° lungometraggio ispirato al celebre franchise di Akira Toriyama ed il 1° a confluire nella serie Super. Prodotto da Toei Animation con la regia di Tatsuya Nagamine, si tratta del sequel diretto della serie animata conclusasi a marzo 2018 con l’arco narrativo del Torneo del Potere.

Ecco la sinossi e il trailer italiano:

Un pianeta distrutto, una potente razza ridotta in cenere. Dopo la devastazione del pianeta Vegeta, tre Saiyan furono dispersi nello spazio, (destinati a destini diversi) costretti a diversi destini. Mentre due di loro hanno trovato casa sulla Terra, il terzo è stato cresciuto con un ardente desiderio di vendetta, sviluppando così un potere incredibile. Il momento per questa vendetta è finalmente arrivato! I tre destini si incroceranno in una battaglia che scuoterà l’intero universo! Goku è tornato ad allenarsi duramente per poter affrontare i nemici più potenti che le galassie hanno da offrire, e Vegeta non è da meno. Ma quando improvvisamente i due si troveranno di fronte un ignoto Saiyan, scopriranno una forza atroce e devastante“.

Il 20° lungometraggio di Dragon Ball è ispirato al franchise di Akira Toriyama e sarà il primo che confluirà nel circuito della serie “Super”. Akira Toriyama ha pensato al character design e alla sceneggiatura del progetto che verterà sul racconto delle origini della forza dei guerrieri Saiyan.

Akira Toriyama ha realizzato la sceneggiatura e il design dei personaggi. Tatsuya Nagamine (One Piece Film Z) dirige il lungometraggio, Naohiro Shintani è il responsabile regista delle animazioni e Kazuo Ogura è il responsabile e direttore dell’immagine. Norihito Sumitomo compone le musiche, Rumiko Nagai è il color designer, Naotake Oota si occupa degli effetti speciali e Kai Makino è il regista responsabile della computer grafica. Toei Animation distribuisce il film in collaborazione con 20th Century Fox.

Fonte: CB

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui