L’Attacco dei Giganti: il manga apre le porte al passato di Zeke

0
Un passato dal triste e cattivo sapore.

ATTENZIONE: L’articolo contiene SPOILER.

Nel recente capitolo de L’Attacco dei Giganti (Shingeki no Kyojin), il numero 113 pubblicato attraverso le pagine di Bessatsu Shonen Magazine, Hajime Isayama ha svelato il momento più oscuro, brutale e pericoloso per il capitano Levi mentre si è ritrovato a combattere all’improvviso orde di Giganti trasformati dai corpi dei suoi stessi compagni grazie al sadico piano diabolico di Zeke Yeager.

Nonostante questo, come riportato nel nostro precedente articolo, Levi ha avuto per ora la meglio sul primogenito di Grisha Yeager e lo ha catturato legandolo, lasciandolo in vita, ma assicurandosi del fatto che al primo passo criptico la sua vita venga spezzata grazie alla lancia fulminea anti-gigante.

Alla conclusione del capitolo, difatti, vediamo un Zeke torturato sadicamente da Levi mentre subisce addirittura l’amputazione di arti necessari alla trasformazione in Gigante Bestia.

Mentre vediamo un Zeke dolorante e piangente, Levi gli chiede, con la sua solita “calma” unita a “sarcasmo”, di calmarsi, ma, pare, che Zeke stia urlando e piangendo poichè in occasione dell’assalto di Levi il primogenito di Grisha ha perso gli occhiali che dalla prima apparizione indossa e che sembra avere molto a cuore, tanto da pulirli spesso.

Mentre Zeke, privo di arti e di libertà, pensa ai suoi occhiali piuttosto che alla sua vita chiedendo dove siano finiti, Levi risponde semplicemente di non saperlo.

Subito dopo tale evento, Isayama apre un segmento sul passato da ragazzino di Zeke che molto probabilmente verrà ampliato nel prossimo capitolo.

Difatti vediamo un piccolo Zeke mentre gioca a baseball (una delle tecniche utilizzate dal Gigante Bestia è proprio quella di lanciare attacchi offensivi emulando pose di giocatori di baseball) cavandosela bene con i lanci.

Il suo allenatore, di nome Xavier, gli chiede se da grande voglia divenire un giocatore di baseball notando il talento, ma Zeke declina dichiarando che in realtà ha una missione da svolgere.

Il capitolo ha quindi fine in tal modo e ciò che salta agli occhi è che quei occhiali li portava in origine proprio il suo allenatore. Perchè adesso è Zeke ad indossarli? Che le lacrime versate in questo presente siano dovute ad un passato spiacevole? Che Zeke abbia dovuto guardare la morte del suo allenatore, magari, a causa dell’attacco dei Giganti?

Isayama ha la parola. Ci sono margini di rivelazione nel prossimo capitolo, il numero 114.

Shingeki no Kyojin è un manga Shonen di genere horror, fantasy e azione, scritto e disegnato da Hajime Isayama. In Giappone il manga è pubblicato (mensilmente) da settembre 2009 da Kodansha sulla rivista Bessatsu Shonen Magazine. Ad oggi sono stati pubblicati 113 capitoli e i primi 110 sono raccolti in 27 volumi.

In Italia, il manga è edito da Planet Manga con 25 volumi disponibili.

Il manga ha ispirato una serie animata andata in onda per tre stagioni: la prima nel 2013, costituita da 25 episodi; la seconda nel 2017 con 12 episodi; la terza con 12 episodi. Gli episodi si possono visionare gratuitamente su VVVVID (Dynit).

Ricordiamo che la terza stagione riprenderà ad essere trasmessa a partire da aprile 2018.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui