La sfida virale che confronta il decennio che passa dal 2009 al 2019 investe anche il mondo di Naruto di Masashi Kishimoto e di One Piece di Eiichiro Oda.

Basta accedere anche solo per un attimo attraverso un qualunque tipico social network e, tra i topic in tendenza, possiamo riscontrare il trend che sta spopolando, ovvero la 10 Years Challenge.

E’, di fatto, il primo tormentone dell’appena nato 2019 il quale si propone di comparare una persona, un evento, una situazione e quant’altro rispetto a 10 anni prima, ovvero al 2009.

Questo esperimento social ha colpito ogni fascia di interesse e ogni campo, anche il mondo manga e anime. Difatti gli utenti di Reddit hanno deciso di dedicare una comparazione, abbastanza commovente tra l’altro, tutta dedicata a Naruto Uzumaki e a Monkey D. Rufy, i protagonisti rispettivi di Naruto (Masashi Kishimoto) e di One Piece (Eiichiro Oda). Per gli amanti delle serie saranno immagini che lasceranno scendere una lacrimuccia, pertanto preparatevi.

Partiamo con Naruto:

Inspiration. <3 from Naruto

Questa comparazione esalta il grande processo di crescita di Naruto dalla fine della prima serie all’inizio della nuova generazione di ninja e il cambiamento verificatosi nell’attuale Hokage è abissale.

Da piccolo ragazzo rinnegato da tutto il Villaggio della Foglia per accogliere in sè una bestia demoniaca ad attuale governatore dello stesso Villaggio (Hokage) col titolo di eroe della Quarta Guerra Mondiale. Un grande salto che, nel mentre, è stato ricco di disavventure, di gioie, di dolori, di sacrifici, di dubbi, di lacrime e di perdite.

Naruto ha dovuto affrontare le lacrime della solitudine, l’inadeguatezza per la sua debolezza e la mancanza di un qualcuno che credesse davvero in lui. Tuttavia, la sua volontà a non arrendersi mai e a voler realizzare i suoi sogni lo ha guidato dove è ora.

Nell’immagine del 2009 lo vediamo, dopo la sonora sconfitta contro Sasuke, partire per l’allenamento dei due anni con il caro e compianto maestro Jiraiya. Naruto cresce tanto in quel periodo ed affina diverse tecniche. Il tempo passa e torna a Konoha. Naruto rincorre Sasuke, ancora e ancora, conosce il vero dolore per la perdita dello stesso Jiraiya, quindi di una persona con la quale aveva stretto un grande legame.

Dopo di che ottiene il riconoscimento del Villaggio sconfiggendo varie minacce e ponendo fine alla guerra e il suo coraggio e la sua parola di pace trasformata in fatto genera fiducia da parte di tutti.

Naruto nel 2009 era accompagnato da Jiraiya ed era ingenuo, debole e maldestro. Naruto nel 2019 è adulto, maturo, forte, padre e solo di fronte al suo Villaggio che adesso gestisce dopo aver realizzato il suo grande sogno con quel rimorso nel cuore di aver voluto il grande maestro al suo fianco. Ma, in fondo, sa che il ninja leggendario veglierà sempre su di lui.

Spostiamoci adesso con One Piece:

Luffy’s come a long way. #10YearsChallenge from OnePiece

Il 2019 è proprio l’anno, tra l’altro, che segna il 20° anniversario dell’anime di One Piece e fermarsi un attimo a guardare quanta strada ha fatto la ciurma di Cappello di Paglia negli ultimi dieci anni è un ottimo modo per apprezzare il grande viaggio del nostro capitano preferito e dei suoi compagni.

Nel 2009 la serie animata era giunta a trasporre una delle avventure più grandi ed atroci che la ciurma di Rufy avesse mai affrontato prima, ovvero il momento che si piazza temporalmente poco prima il salto temporale dei due anni, l’arco narrativo dell’Arcipelago Sabaody nel quale Rufy e il suo gruppo di folli seguaci ricevono una sonora sconfitta da Kuma, Pacifisti e dall’Ammiraglio della Marina Kizaru.

Prima, tuttavia, di arrivare a conoscenza che Kuma stesse in realtà salvando i nostri pirati preferiti semplicemente disperdendoli nell’aria, sembrava proprio un evento catastrofico che stesse ponendo la parola fine, in maniera raccapricciante, all’avventura di One Piece.

Questo evento ha portato Rufy, solitamente sicuro di se stesso, a cadere nel punto più basso della sua disperazione ed inadeguatezza. Nonostante avesse combattuto con tutte le sue forze non era riuscito a salvare neanche uno dei suoi compagni da Kuma, generando un profondo senso di frustrazione nel suo cuore.

Dieci anni dopo, tuttavia, i componenti della ciurma si sono ritrovati e sono più forti che mai. Lo si può vedere attualmente sempre nell’anime mentre stanno, piano piano con successo, fuggendo dalla furiosa Big Mom che li sta inseguendo in cerca della torta nuziale. E’ giusto ricordare che la ciurma sta cercando di salvarsi la pelle dal territorio insidioso di uno di Quattro Imperatori e, fra l’altro, le loro forze non sono neanche al completo, pertanto gli appassionati non si sarebbero aspettati tale salto di qualità in questi dieci anni di transizione.

E non solo. Non sarà con loro nella fuga, ma il capitano Rufy si sta impegnando con le sue sole ed uniche forze a combattere Katakuri, uno dei più forti figli di Big Mom con una taglia da un miliardo sulla sua testa. Un avversario formidabile che si sta rivelando più forte del capitano stesso, ma l’aspirante Re dei Pirati si sta evolvendo mentre combatte ed è a pochi attimi da riuscire a sviluppare l’Haki del Colore dell’Osservazione.

Pertanto, dieci anni prima Rufy urlava di non essere riuscito a salvare neanche uno dei suoi compagni. Oggi, invece, lo stesso Rufy si ritrova ad aver completa fiducia in loro e a lasciare che siano le loro capacità ad aver la meglio sull’Imperatore mentre egli, in quale modo, cercherà di vincere una nuova ed estenuante battaglia.

Un grande passo per la ciurma e per Rufy e il 2019 è solo l’inizio verso altre avventure nel Nuovo Mondo che innalzeranno sempre di più l’esperienza avventurosa dei cari Mugiwara.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui