My Hero Academia: All Might è ispirato a Goku e Hellboy

Due colossi sacri del fumetto internazionale hanno ispirato Kohei Horikoshi a creare il proprio che ha già raggiunto quello stesso Olimpo di eroi.

Da umili origini, My Hero Academia, il manga scritto e disegnato da Kohei Horikoshi, ha raggiunto la vetta del mondo con una storia che concentra il suo potenziale sul fenomeno dell’eroismo e l’autore ha diverse volte dichiarato, sia attraverso i disegni che con eloquenti rappresentazioni grafiche, di essersi ispirato ai più celebri fumetti americani e anche, chiaramente, alle opere manga che sono state pubblicate prima della sua.

Ogni manga sull’eroismo che si rispetti presenta un personaggio che rappresenta la pace, il salvatore della Terra e colui che mai si arrende di fronte alle avversità. Nel manga di Horikoshi questa figura è ricoperta da All Might e il suo pensiero, il suo potere e la fisicità imponente sono caratteristiche che riflettono l’eroe numero uno per eccellenza.

Come anticipato, My Hero Academia tende ad ispirarsi alle celebri serie manga e ai fumetti americani e lo stesso autore, in relazione ad All Might, ha dichiarato che il maestro di Deku è influenzato da due personaggi importanti, Goku e Hellboy.

Per quanto riguarda Goku, il protagonista di Dragon Ball, Kohei Horikoshi ha dichiarato tale curiosità in occasione dell’edizione del 2018 di San Diego Comic-Con, evento nel quale l’autore è stato ospite speciale. Difatti è stato chiesto all’autore se All Might, essendo un mentore che supporta i suoi allievi soprattutto dal punto di vista psicologico, sia ispirato a qualcuno vicino ai suoi affetti della vita reale.

La risposta dell’autore è la seguente:

No, non è ispirato a nessuno della vita reale. Si basa su Goku di Dragon Ball“.

Relativamente ad Hellboy, invece, Horikoshi lo ha sorprendetemene dichiarato in un’intervista con un Yoshihiko Umakoshi, uno dei talentuosi animatori dell’anime di My Hero Academia.

L’animatore Umakoshi dichiara ad Horikoshi di aver notato in My Hero Academia spiragli della serie a fumetti statunitense di Hellboy. Kohei Horikoshi cogliendo la palla al balzo, ha continuato con enfasi il discorso. Eccole le sue parole:

Sì, la maniera attraverso la quale Mike Mignola [autore di Hellboy, ndr.] disegna le mani mi ha influenzato molto. Lo stile che ho applicato ad All Might nel primo volume era ad effetto negativo. Mi ero ispirato al personaggio americano spudoratamente, le sue dita di All Might erano quadrate, piatte e angolari.
In più è fantastico il modo in cui applica gli spazi neri. E’ come percepire la sensazione di realtà se guardi dalla distanza il fumetto per quanto è incredibile l’effetto tridimensionale. Quando ho cominciato ad imitare il suo stile al fine di capire i suoi trucchi artistici, non vi sono riuscito. Anche le ombre che disegno nel manga sono ispirate all’arte di Mike Mignola“.

MY HERO ACADEMIA è un manga scritto e disegnato da Kohei Horikoshi dal 7 luglio 2014. Attualmente sono stati pubblicati 211 capitoli settimanali e i primi 200 sono stati raccolti in 21 volumi. In Giappone è edito da Weekly Shonen Jump (Shueisha). In Italia i diritti del manga sono stati acquistati da Edizioni Star Comics con 17 volumi disponibili.

Il manga ha sperimentato la trasposizione di tre serie animate con 63 episodi totali trasmessi. In Italia è possibile guardarle gratuitamente, legalmente, e con sottotitoli in Italiano sulla piattaforma streaming VVVVID (Dynit). E’ stata annunciata la quarta stagione che partirà ad ottobre dal 2019. Dal 17 settembre 2018 Mediaset, attraverso Italia 2, trasmette la serie animata in chiaro e doppiaggio in italiano.

Il primo lungometraggio, “My Hero Academia – The Movie: Two Heroes“, è uscito in Giappone il 3 agosto 2018 e vanta la collaborazione attiva di Kohei Horikoshi stesso e dal marzo del 2019 arriverà in Italia sotto l’etichetta di Dynit. Recentemente è stato annunciata la produzione di un lungometraggio live action con la collaborazione congiunta di Shueisha e di Legendary (studio statunitense) e di un nuovo spettacolo teatrale.

In un mondo in cui essere supereroi è la normalità, nascere senza particolari poteri equivale a una vera e propria disgrazia! Izuku Midoriya dovrà mettercela tutta per ottenere un superpotere, e nonostante l’impresa sembri impossibile qualcuno finirà per notare le sue capacità…
Tutto è cominciato con la notizia della nascita di un “bambino luminoso”, e da quel momento la Terra si è popolata di “Heroes”, comportando un riassetto globale di ogni aspetto della vita… Come sarà la scuola in un mondo del genere?!

Fonte: CB


Entra nel nostro canale di Telegram. Clicca qui

Loading...