Star Trek: Discovery 2 – Spock e Pike si presentano in VIDEO

 La serie tornerà negli USA il prossimo 17 gennaio, mentre nel resto del mondo potrà essere vista in streaming su Netflix.

I fan sono entusiasti di rivedere nuovamente Spock (interpretato da Ethan Peck) in azione grazie alla seconda stagione di Star Trek: Discovery ma, il personaggio, sarà diverso da come lo ricordavano. Parlando a Entertainment Weekly, il co-showrunner Alex Kurtzman ha descritto il momento difficile che sta attraversando il personaggio, compreso il complicato rapporto con la sorellastra Michael Burnham.

“Lo Spock che vedremo nella seconda stagione di Discovery non è quello che conosciamo”spiega Kurtzman “Sta veramente lottando, e se non fosse per questa relazione con Michael non diventerebbe lo Spock che oggi conosciamo. Per questo mi piace questa storia con lui al centro,  non è ancora l’iconico personaggio che tutti conosciamo, non ne ha le capacità fisiche al momento, è completamente insicuro e cerca di dare un senso ai suoi misteri e quale sia il suo posto nel mondo. Attraverso il rapporto con Michael, è in grado di capire come “formarsi” e diventare lo Spock a cui tutti siamo abituati. E’ davvero entusiasmante per noi trattare il personaggio da un diverso punto di vista, questa modalità narrativa ci permette di non intaccare l’iconica immagine di Spock ma semplicemente di raccontare come questa si è andata a creare”.

Anche l’attrice che veste i panni di Michael, Sonequa Martin-Green, ha parlato della relazione tra il suo personaggio e Spock: “Non è una relazione semplice, ci sono in gioco diverse emozioni e ci vorrà del tempo per conciliarle tutte”.

Questo, il precedente trailer con Spock:

In una nuova featurette pubblicata viene invece presentato il capitano Pike:

“Recitare in Star Trek non è recitare come in qualsiasi altra cosa e stare seduto sulla sedia del capitano è diventato un po’ emozionante” spiega l’attore che veste i panni del personaggio, Anson Mount “Pike è il tipo di capitano consapevole che, la sua maggior risorsa, risulta essere il suo equipaggio. Appena entrati nella seconda stagione, troveremo un equipaggio che fa fatica a fidarsi del proprio capitano, Pike entra in scena sapendo che deve abbattere questo muro messo nei suoi confronti da tutti il prima possibile”.

Non ci sarà spazio, invece, per un ritorno del Capitano Kirk, come confermato dal co-creatore e showrunner Alex Kurtzman, in un’intervista a THR: “Ci sono dieci anni di differenza tra Discovery e l’arrivo di Kirk sull’Enterprise, sarebbe un grande salto temporale da fare. Al momento, non ci sono piani per Kirk e non ho parlato con William Shatner (interprete del personaggio nella serie televisiva) di questo”. Al momento dunque, non ci sarebbe spazio per la presenza di un altro degli iconici personaggi del franchise m, nelle future stagioni, non è da escludere l’ipotesi.

Questo uno sguardo approfondito alla nuova interpretazione della specie Klingon: nell’immagine  L’Rell, personaggio interpretato da Mary Chieffo.

“Come potete aver visto dal trailer, c’è sicuramente un rinnovamento estetico per quanto riguarda la rappresentazione di questa specie” spiega l’attrice “Nel pieno spirito di Discovery, abbiamo preso precedenti interpretazioni, specie quella di The Next Generation, e l’abbiamo aggiornata. Abbiamo supposto che, in tempo di guerra, i Klingon si rasano i capelli, mentre in tempo di pace li fanno crescere. Adoro il simbolismo che c’è dietro questo particolare”.

Nel cast completo della serie troviamo Doug Jones, Sonequa Martin-Green, Jason Isaacs, Anthony Rapp, Michelle Yeoh, Shazad Latif, Mary Wiseman, Mary Chieffo e James Frain. La new entry Rebecca Romijn (Mystica nella trilogia originale degli X-Men) interpreterà invece il ruolo di Number One (Numero Uno), personaggio apparso nel pilot mai trasmesso della serie televisiva Star Trek originale.

Di seguito, la sinossi  della seconda stagione di Star Trek: Discovery diffusa da CBS:

“Dopo la risposta al segnale di soccorso dell’Enterprise, la seconda stagione di Star Trek: Discovery vede l’equipaggio  unire le forze con il capitano Christopher Pike in una nuova missione per indagare su sette misteriosi segnali rossi e l’apparizione di un essere sconosciuto, chiamato Red Angel. Mentre l’equipaggio deve lavorare insieme per svelarne l’origine e il significato, Michael Burnham si trova a dover affrontare il suo passato con il ritorno del fratello Spock”.

La serie tornerà negli USA il prossimo 17 gennaio, mentre nel resto del mondo potrà essere vista in streaming su Netflix.

 

COMMENTA IL POST