Beverly Hills 90210: nessun reboot ma un mockumentary

0
Dopo l’entusiasmo iniziale per il reboot/revival arrivano le prime conferme sul nuovo progetto.

Pochi giorni fa il web si era improvvisamente infiammato dopo la notizia di un possibile reboot/revival del teen drama cult degli anni ’90 Beverly Hills 90210 con tanto di cast originale.

A fare chiarezza sulla notizia è intervenuto Deadline che ha confermato che il progetto non è un reboot o revival né tanto meno un sequel ma un mockumentary dai toni comici in cui il cast originale composto da Jason Priestley (Brandon Walsh), Ian Ziering (Steve Sanders), Brian Austin Green (David Silver) e Gabrielle Carteris (Andrea Zuckerman) interpreterà se stesso – o una versione esagerata di se stesso – mentre cerca di mettere in piedi un nuovo revival della serie.

Shannen Doherty (interprete di Brenda, che lasciò la serie in malo modo pare per divergenze con Jennie Garth anche se le due si sono riconciliate sul sequel/revival 90210 su The CW) e Luke Perry (Dylan, impegnato attualmente sul set di Riverdale su The CW) per il momento non fanno parte di questo bizzarro progetto.

E’ stato confermato che il progetto è stato proposto sia ai grandi network generalisti – ABC, CBS, FOX, NBC e The CW – che ai servizi streaming – Netflix, Hulu e Apple e che alle sue redini ci sono Mike Chessler e Chris Alberghini, che avevano già lavorato a 90210 per The CW mentre produttore esecutivo sarà Ghen Maynard di CBS TV Studios.

L’originale Beverly Hills 90210, creato da Darren Star (Sex and the City), andò in onda per 10 stagioni (1990–2000) su Fox, mentre il revival (quando ancora non ce n’erano migliaia ed era ancora un “esperimento”) 90210, che non vide coinvolto Star, andò in onda per cinque stagioni (2008–2013) su The CW.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui